menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia la moglie incinta perché senza lavoro e con pochi soldi

Poco prima delle 20.30 di domenica sera è giunta al centralino dei Carabinieri di Rimini una telefonata da parte di una donna albanese, la quale riferiva che il marito la stava picchiando nonostante fosse incinta.

Poco prima delle 20.30 di domenica sera è giunta al centralino dei Carabinieri di Rimini una telefonata da parte di una donna albanese,  la quale riferiva che il marito la stava picchiando nonostante fosse incinta. La lite era nata a causa delle gravi difficoltà economiche in cui versa la coppia che ha già un figlio di tre anni ed è in attesa di un secondo; il marito, operaio, non lavora da tempo, non riescono a pagare l’affitto della casa in cui abitano e presto l’avrebbero dovuto lasciare.

La donna, che non presentava alcun apparente segno riconducibile alla aggressione subita, visto lo stato di agitazione in cui era e al suo stato di gravidanza, è stata accompagnata al pronto soccorso dal personale del 118 intervenuto per essere visitata.


La situazione è da tempo seguita dai militari dell’Arma in quanto la donna, in passato, aveva già sporto una denuncia nei confronti del marito e in quella occasione la donna era ritornata sui suoi passi dopo che il tribunale aveva emesso un provvedimento restrittivo nei confronti del coniuge. Questa volta, pare, sia intenzionata ad andare fino in fondo denunciando nuovamente l’accaduto senza pentimenti. I Carabinieri avviseranno i servizi sociali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento