menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchia, perseguita e minaccia di morte moglie e figlie: arrestato

Nonostante l'ammonimento di non avvicinarsi all'abitazione, il marito si è presentato di notte davanti alla porta di casa dopo avere telefonato alla consorte minacciandola

Botte, insulti e minacce di morte. Da tempo un 43enne, di origini romene, e residente nel Riminese, ha picchiato e perseguitato la moglie e le due figlie, entrambe minorenni. Violenze che con l'inizio del nuovo anno sono continuate prendendo una piega sempre peggiore e che hanno spinto il pubblico ministero Paola Bonetti a chiedere la misura restrittiva della custodia cautelare in carcere per il 43enne, accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

Lo scorso 5 gennaio i Carabinieri erano già intervenuti nell’abitazione della coppia allertati dalla donna impaurita per l’atteggiamento violento del marito. Al loro arrivo, i militari, dopo aver allontanato l’uomo, hanno raccolto la denuncia della donna, ricostruendo gli episodi di maltrattamenti ed accertando che l’uomo aveva anche avuto comportamenti violenti nei confronti delle due ragazzine, a cui aveva causato lividi per via delle prese esageratamente energiche. Da quel momento l’attenzione dei carabinieri è stata focalizzata sulla vigilanza della donna, nel frattempo trasferitasi in un residence.

Intanto, l’Autorità giudiziaria ha rapidamente analizzato la vicenda e inoltrato richiesta di un idoneo provvedimento restrittivo nei confronti dell’uomo, il quale – nonostante l’ammonimento ricevuto dagli uomini dell’Arma – alcuni giorni fa, si è presentato nella notte all’esterno dell’attuale abitazione della ex compagna, dopo averla minacciata di morte al telefono.

Anche in quell’occasione, i carabinieri sono stati allertati ed hanno scongiurato con la loro presenza più gravi conseguenze riconducendo l’uomo a più miti consigli e a rientrare presso la propria abitazione. Tuttavia, anche questo episodio è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria. Un altro tassello di una drammatica situazione che ha portato alla decisione dell'arresto. Il 43enne rimarrà in carcere fino al prossimo interrogatorio di garanzia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Simbolo di Rimini, storia e curiosità del grattacielo

social

Ricette con uova, 4 idee creative da gustare

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il riminese fa il bis: Aquila vince il titolo di MasterChef

  • Cronaca

    Trovate diverse bombe al fosforo, paura per gli operai di un cantiere

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento