menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Picchiata e minacciata di morte, scatta il "Codice rosso"

L'ex compagno violento arrestato dai carabinieri dopo mesi di maltrattamenti nei confronti della fidanzata

Lunghi mesi di maltrattementi, minacce di morte e pedinamenti per una ragazza di Villa verucchio che, alla fine, ha trovato il coraggio di denunciare l'ex compagno violento facendo scattare il "Codice rosso". A finire in manette, con le accuse di maltrattamenti contro familiari e conviventi, percosse, minacce ed estorsione, è stato un 31enne di Rimini arrestato dai carabinieri di Villa Verucchio dopo un'indagine iniziata alla fine di settembre. Secondo il racconto della vittima, la storia d'amore con il ragazzo era finita lo scorso settembre a causa del comportamento violento di lui. Il 31enne, tuttavia, non si era rassegnato alla fine del rapporto iniziando così a pedinare la ex, tempestarla di telefonate e messaggi a qualsiasi ora del giorno e della notte e a minacciarla per convincerla a riallacciare la relazione. Oramai terrorizzata dalla situazione, la vittima ha trovato il coraggio di presentarsi in caserma e raccontato delle continue aggressioni e delle minacce di morte subìte nonché come, in alcune occasioni, fosse stata costretta sotto minaccia a consegnargli delle somme di denaro.

Un racconto avvalorato anche da diverse testimonianze che, in un primo momento, aveva portato per il 31enne a una denuncia a piede libero. Nonostante il deferimento, però, il ragazzo ha continuato nei suoi comportamenti generando un ultreriore stato di preoccupazione nei confronti della ex. La situazione, a questo punto, si è fatta particolarmente pesante tanto da far scattare il "Codice rosso" per evitare che le minacce del 31enne potessero avere un'ulteriore escalation e il pubblico ministero ha così chiesto e ottenuto dal gip del Tribunale di Rimini un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dell'ex violento. Il provedimento è stato quindi eseguito dai carabinieri della Compagnia di Novafeltria che, individuato il soggetto, lo hanno arrestato e portato in caserma da dove, al termine delle pratiche di rito, è stato trasferito nel carcere dei "Casetti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Attualità

"Fellini Calls", successo per la tre giorni dedicata al regista premio Oscar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento