menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piccole somme, ma un grande cuore per il Centro 21 e la casa di via Limentani

Nato all’inizio del 2009, il Circolo del Buon Vicinato del Parco della Resistenza, conta oggi un centinaio di soci, che a turno, e in maniera volontaria presidiano e si prendono cura del decoro del parco

Un assegno di 500 euro. Un piccolo contributo, ma donato con grande generosità, quello consegnato giovedì dal presidente del circolo del Buon Vicinato Amici del Parco della Resistenza, Gilberto Cevoli, nelle mani di Maria Cristina Codicè, Presidente dell’Associazione Centro 21 Riccione, per il completamento della casa di via Limentani. La somma è frutto delle raccolte benefiche svolte in occasione dell’attività sociale del circolo: feste, cene, tornei a carte e lotterie.

Nato all’inizio del 2009, il Circolo del Buon Vicinato del Parco della Resistenza, conta oggi un centinaio di soci, che a turno, e in maniera volontaria presidiano e si prendono cura del decoro del parco, oltre a svolgere un’intensa attività ricreativa e sociale con finalità benefiche. E quest’anno, i risparmi e le collette del circolo sono andati a sostenere le spese di ultimazione della casa di via Limentani, la struttura che l’Amministrazione comunale ha destinato come sede dei progetti di autonomia dell’Associazione Amici del Centro 21. “Una scommessa partita anni fa – ha ricordato il Sindaco Massimo Pironi, ringraziando i soci del circolo – che oggi si avvia alla sua conclusione, grazie al contributo di tanti riccionesi. Un piccolo gesto di generosità, ma molto importante, perché la casa è cresciuta in questo modo, un mattone sopra l’altro, grazie ad un impegno forte di tutta la città, nelle sue diverse articolazioni.”

Dall’abbattimento del vecchio immobile, che ospitava il reparto d’isolamento per le malattie infettive dei ragazzi ospiti della Colonia marina Bertazzoni, avvenuto il 29 ottobre del 2011, sono passati due anni esatti. E i lavori alla casa stanno per concludersi, tanto che si ipotizza una prossima inaugurazione nel marzo del prossimo anno. “In questo momento l’impresa sta completando il cappotto esterno, gli intonaci e gli impianti interni – riferisce Maria Cristina Codicè, presidente del Centro 21 – e i lavori procedono in fretta. Dal punto di vista economico, invece, ci mancano ancora circa 40 mila euro. Confidiamo, come sempre, nelle iniziative natalizie e nella generosità dei riccionesi, che in questi anni non è mai venuta meno”.

Come si ricorderà, il progetto per la ristrutturazione della casa di via Limentani è stato accolto nel 2009 dalla regione Emilia-Romagna, che ha assicurato un contributo di 177.064 euro, pari al 31,35 per cento del costo preventivato dell’intervento, stimato allora in 564.000 euro. Il Comune di Riccione ha già stanziato, e in parte versato, 150 mila euro. L’Associazione Centro 21, per parte sua, si è impegnata per 237,736 euro. Un lungo elenco, quello dei benefattori piccoli e grandi che hanno sostenuto l’impresa.

Tra questi, per citare solo i maggiori, le Ceramiche Valle del Conca (pavimenti), il Lions Club (pulmino Ducato Fiat), IKEA (arredi interni), i progettisti (Studio 84 Tavullia per la struttura e la direzione lavori, Polistudio Riccione per l’impiantistica) e tanti altri artigiani e fornitori che hanno messo gratuitamente a disposizione materiali e prestazioni. L’Amministrazione comunale, dal canto suo, dopo aver avviato e seguito passo dopo passo il percorso amministrativo per la realizzazione della nuova struttura di via Limentanti, completerà l’impegno realizzando un piccolo parcheggio adiacente alla struttura (7 nuovi posti auto) e sistemando i marciapiedi antistanti la casa. L’intervento, progettato dai tecnici comunali, avrà un importo di circa 20mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento