A scuola con sicurezza, riparte il Piedibus: oltre 300 bimbi a usufruire del servizio

Il vicesindaco Gloria Lisi, insieme ai Pensionati e ai volontari, ha accompagnato i bambini che frequentano la scuola Fellini delle Celle nel tragitto casa-scuola, partendo alle 7.43 da Via Bagli

Ha debuttato martedì mattina il “Piedibus”, il progetto  promosso anche quest’anno dall’Assessorato alle politiche dell’educazione, alla famiglia e città dei bambini e gestito a seguito di procedura pubblica dalla Cooperativa Unitaria Pensionati in collaborazione con l’Associazione di Volontariato Madonna della carità. Il vicesindaco Gloria Lisi, insieme ai Pensionati e ai volontari, ha accompagnato i bambini che frequentano la scuola Fellini delle Celle nel tragitto casa-scuola, partendo alle 7.43 da Via Bagli.

Il progetto “Piedibus” mira a promuovere l’andare a scuola a piedi quale strumento per rendere la città più vivibile, meno inquinata e meno pericolosa. Con questo progetto si dà l’opportunità ai bambini di riappopriarsi del piacere di camminare, fare del sano movimento, apprendere direttamente i fondamenti dell'educazione stradale in tutta sicurezza. Si offre loro un'occasione in più per incontrarsi e socializzare anche con gli adulti che li accompagnano, riducendo nel contempo la concentrazione di traffico intorno alle scuole e l'inquinamento atmosferico.

Negli anni il Piedibus ha progressivamente riscosso grande apprezzamento da parte delle famiglie e dei bambini che ne hanno usufruito, ritenendolo un valido strumento sia per responsabilizzare i bambini stimolandone l’autonomia, sia per ridurre il traffico intorno alle scuole. Il numero dei bambini che usufruiranno del Piedibus è in leggero incremento: sono circa 300 contro i  265 dello scorso anno. Le 15 linee sono partite con un mese di anticipo rispetto agli altri anni scolastici. Le scuole coinvolte sono 9: Ronci, A. Frank, Lambruschini, Montessori, Toti, Decio Raggi, Fellini, Alba Adriatica, Ferrari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Coronavirus, nuovo decreto fino al 5 marzo: divieto di ricevere più di due persone in casa

Torna su
RiminiToday è in caricamento