Piena partecipazione al processo di canonizzazione di Beato Amato Ronconi

Il Presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali, ha inviato una lettera al Cardinale Angelo Amato per esprimere la piena partecipazione al processo di canonizzazione di Beato Amato Ronconi

Il Presidente della Provincia di Rimini, Stefano Vitali, ha inviato una lettera al Cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi, per esprimere, affiancando le autorità della Diocesi, la piena partecipazione istituzionale al processo di canonizzazione di Beato Amato Ronconi. Vitali ha sottolineato comeAmato Ronconi e’ una delle figure più illustri del nostro territorio che, come ebbe a dire lo storico Prof. Franco Cardini nel primo Convegno a Saludecio, dietro la scia di San Francesco ha realizzato la grande trasformazione del XIII secolo e certamente meriterebbe anche in campo storico una più approfondita conoscenza”.

“Non solamente la sua figura rifulge per le eccelse virtù cristiane, ma, ancora oggi, la fondazione del suo Hospitale, che tanti meriti ha avuto nei secoli passati, continua a produrre i suoi benèfici effetti con l’assistenza degli anziani – ha aggiunto -. I suoi numerosi pellegrinaggi sulla tomba dell’apostolo San Giacomo, lo annoverano fra i cittadini d’Europa più insigni che hanno ravvicinato i vari popoli anticipando l’attuale Unione Europea. Una grande testimonianza su di lui e’ raccolta nel Museo di Arte Sacra ( realizzata anche con il contributo della Provincia di Rimini) adiacente il Santuario”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento