menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il mondo del motomondiale piange la scomparsa di Fausto Gresini

Il campione del mondo di Moto2 Enea Bastianini: "Sono entrato nel suo team che ero un bambino e ne sono uscito uomo"

"Il nostro campione ci ha lasciati per sempre oggi alle 10.02, ha lottato fino alla fine, è nato per vincere e stava vincendo di nuovo, stava migliorando, quando una emorragia cerebrale ce lo ha strappato via - ha scritto il figlio Lorenzo Gresini. - Ciao Ba'! Così ti chiamavo e ti chiamerò per sempre, lasci un vuoto incolmabile e vivrai per sempre dentro tutte le persone che ti vogliono bene. Noi ti amiamo immensamente, ti portiamo e ti porteremo nel cuore tutti i giorni".

"Ho tanti ricordi di Fausto - ha commentato Enea Bastianini che, lo scorso anno ha conquistato il titolo mondiale di Moto2 e che ha iniziato la carriera nel Team Gresini - e insieme abbiamo passato momenti belli e brutti. Ma sono i primi che voglio ricordare come quando, nel 2015, a Misano ho vinto con lui la mia prima gara. Mi ha dato tanto e fatto crescere non solo sportivamente: sono entrato nel suo team che ero un bambino e ne sono uscito uomo. Se ho potut conquistare il titolo iridato di Moto2 è anche grazie a lui". "La mia carriera è iniziata nel suo team nel 2013 - aggiunge Lorenzo Baldassarri che con il Team Gresini ha corso sia in Moto3 che in Moto2. - Un personaggio fantastico e un team veramente bello, per un pilota è stato il massimo poter lavorare con loro e, specialmente, con Fausto cacapce di trasferire la sua esperienza ai sui piloti. Prima di firmare quest'anno con la MvAgusta mi ero riavvicinato al team che era una delle opzioni per la prossima stagione. Un grande abbraccio a tutta la sua famiglia". "Ho iniziato la mia carriera con Fausto - lo ricorda Niccolò Antonelli - e ho tanti bei ricordi delle stagioni passate insieme. Per me è stata una persona importante che ha creduto nelle mie capacità di pilota e, con lui, sono arrivati risultati considerevoli. Questo è un momento molto duro e difficile e il mio pensiero valalla sua famiglia. Io, comunque, continuerò a portare Fausto sulla mia moto". "Non eravamo un team, eravamo una famiglia - ha dichiarato Jorge Martin. - Sono distruto! Ti voglio bene Fausto".

"Ciao Fausto". Così su Instagram Loris Capirossi saluta Fausto Gresini, scomparso oggi all'età di 60 anni. I due sono stati compagni di squadra nella classe 125 nella prima metà degli anni '90 e in seguito grandi amici. "Ti ricorderò sempre come amico e autentico appassionato di MotoGp, continua a sorridere in cielo Fausto. Prometto di dedicarti il primo podio Aprilia!". E' il commosso saluto a Fausto Gresini, ex pilota di MotoGp e manager dell'omonimo team nel Motomondiale deceduto dopo due mesi di lotta col Covid, del pilota spagnolo del Team Aprilia Racing Gresini, Aleix Espargaro, su Instagram.

"Sono profondamente addolorato per la perdita di Fausto - ha dichiarato Carmelo Ezpeleta, Ceo della Drona. - Era un ottimo amico e mi piaceva molto. Ho seguito da vicino le notizie sulle sue condizioni e ho avuto la fortuna di poter parlare con lui anche se era in ospedale. Mi dispiace molto di aver subito una perdita come questa nel paddock e voglio inviare le mie più sentite condoglianze alla sua famiglia, agli amici e ai membri della sua squadra". MotoGp e Dorna Sports sono "profondamente addolorate per la scomparsa di Fausto Gresini, una figura leggendaria e universalmente popolare il cui impatto sullo sport non sarà mai dimenticato". Questo il messaggio sui social delle due società che gestiscono gare e parte commerciale della classe regina.

"Mi spiace moltissimo per la scomparsa di Fausto Gresini, era una persona carinissima e amabile, un pilota eccezionale". Ricorda così l'ex pilota di MotoGp e manager dell'omonimo team nel Motomondiale deceduto dopo due mesi di lotta col Covid, Giacomo Agostini. "Ho seguito le sue vicende da quando è entrato in ospedale, ho sentito 3 sere fa il suo manager che mi aveva detto che era abbastanza grave. A 60 anni morire così, non ce lo aspettavamo", prosegue l'ex pilota di motociclismo vincitore in carriera di 15 titoli mondiali. "Ricordo una cena lo scorso anno nella sua motorhome, è stato molto carino, mi ha accolto con molto affetto e amicizia. Quando persone come lui ci lasciano ti mancano particolarmente", conclude Agostini.


"Se ne è andato un grande campione, portato via da una malattia feroce che sta provocando tanti dolori e lutti. Sono vicino alla famiglia cui porgo, anche a nome della Giunta regionale, le mie più sincere condoglianze - lo ha ricordato il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. - Gresini ha incarnato alcune delle caratteristiche più vere di questa terra che ama i motori. Lo ricorderemo per l’umanità e lo spirito autenticamente  agonistico, l’impegno e la tenacia con cui negli anni ha saputo coltivare questa passione, sia in prima persona, come pilota vincitore di titoli mondiali, sia come manager sportivo con la decisione di fondare un proprio team, il Gresini Racing, sotto le cui insegne hanno corso altri grandi campioni tra i quali Marco Melandri e Marco Simoncelli”.

"Coriano si stringe attorno alla famiglia Gresini - ha commentato il sindaco, Domenica Spinelli. - Fausto un campione nello sport e soprattutto un campione nella vita. Da sempre vicino a Marco Simoncelli e alla sua famiglia, lo ricordiamo presente ad ogni momento importante legato a Marco anche all'inaugurazione del museo #lastoriadelsic quell'8 dicembre 2012 e la grande emozione provata e ricordiamo la sua passione per le due ruote che riusciva a trasmetterla a tutti durante le piacevoli chiacchierate. In questi giorni  ho personalmente riportato l'affetto di Coriano a Lorenzo suo figlio e abbiamo sperato fino all’ultimo per una ripresa. Siamo vicini al dolore di tutta la famiglia e orgogliosi di aver conosciuto una persona semplice e vera come Fausto. Li ricordiamo insieme, Marco e Fausto sorridenti".

"La notizia della morte improvvisa di Fausto Gresini, ex pilota motociclistico, già due volte Campione del Mondo nella Classe 125 e poi team manager del Gresini Racing, mi addolora profondamente - ha dichiarato il sindaco di San Clemente, Mirna Cecchini. - Il 21 dicembre 2010, all’epoca ricoprivo il ruolo di Assessore alla Pubblica Istruzione, Gresini fu ospite della Sala Polivalente di Sant’Andrea in Casale in occasione del conferimento della cittadinanza onoraria di San Clemente consegnatagli dall’allora Sindaco Christian D’Andrea. Un riconoscimento che l’intero Consiglio Comunale volle tributargli con parere favorevole unanime. In virtù dei grandi meriti sportivi raggiunti, per i numerosi titoli ottenuti alla guida del suo team e per la grande umanità e generosità che Gresini ha sempre dimostrato come autentico artefice del motociclismo tricolore, anche accanto a campioni della nostra terra quali Marco Melandri e Marco Simoncelli. Oggi, purtroppo, San Clemente, tutta l’Italia e tutto il Mondo ne piangono la prematura scomparsa dopo due mesi di strenua lotta contro il Covid-19. Una notizia che non avremmo mai voluto ricevere e commentare. A nome mio personale, dell’intera Amministrazione e di tutta la comunità sanclementese voglio esprimere le più sentite condoglianze e il più alto senso di vicinanza alla famiglia".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Pizza integrale in padella da preparare a casa

Alimentazione

I 10 food trend del 2021, più attenzione a salute e ambiente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento