Pironi incontra gli imprenditori della Cna. "Occorre individuare azioni prioritarie"

Tra i temi trattati il patto per lo sviluppo, l'accorpamento dei servizi, lo snellimento della burocrazia, riqualificazione e turismo. Si è discusso anche del tema Aeroporto e gli imprenditori hanno manifestato al Sindaco tutta la loro preoccupazione per la probabile perdita di un'importante fetta di mercato straniero

Si è svolto martedì sera presso la sede CNA di viale Ceccarini l’incontro annuale della presidenza dell’associazione con il sindaco Pironi per confrontarsi su tematiche di attualità per la città e per le imprese. Oltre al presidente Davide Galvani e alla segretaria di sede Daniela Angelini, erano presenti il responsabile CNA dell’area sud Odoardo Gessi, gli imprenditori membri della presidenza e i rappresentanti dei Comitati d’area e Consorzi cittadini. Ad aprire il confronto è stata Daniela Angelini che ha sottolineato come in questo difficile momento occorra individuare azioni prioritarie, semplici ed efficaci, in stretta collaborazione fra istituzioni e realtà sociali ed economiche, stabilendo un Patto Sociale per lo Sviluppo che favorisca le imprese. Per muoversi in questa direzione è necessario anche avere una burocrazia più snella che incentivi tale sviluppo mentre i Comuni dell’Area Vasta Sud devono mettere in campo sinergie ed integrazioni su alcuni servizi per generare importanti risparmi sulla spesa pubblica.

Un ulteriore stimolo alla crescita può essere dato dalla riqualificazione del territorio tenendo conto dell’eco-sostenibilità, puntando quindi sulla bio edilizia nel rispetto dell’ambiente, del consumo energetico e dell’economia; si rende anche necessario una riqualificazione delle strutture alberghiere, intervento che permetterebbe da un lato di dare lavoro alle imprese locali e dall’altro di elevare l’offerta turistica della nostra città. Sempre in quest’ottica si è segnalata l’esigenza di un intervento per il restyling di viale Ceccarini, da troppi anni ormai fermo al palo: il salotto riccionese è il biglietto da visita della città, va ripensato e ridisegnato in un’ottica completamente nuova. Sul fronte turismo è vero che Riccione continua ad avere un buon appeal ma si sarà fondamentale adeguarsi ai mercati turistici che cambiano velocemente avendo una visione a lungo termine e tracciando le linee guida su cui puntare. Si è discusso anche del tema Aeroporto e gli imprenditori hanno manifestato al Sindaco tutta la loro preoccupazione per la probabile perdita di un’importante fetta di mercato straniero, si chiede quindi un intervento deciso e immediato per valutare tutte le ipotesi e ridurre al minimo l’impatto del fallimento. Il tema ricorrente del confronto è stata la necessità di restare uniti e fare sistema in questo momento di difficoltà: la crisi ha fatto saltare un modello, ora tutti insieme, associazioni, imprenditori, amministrazioni, bisogna collaborare per costruirne uno nuovo mettendo da parte le ostilità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento