rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Lettera con proiettili a due imprenditori: in casa nascondeva una pistola

Gli agenti sono giunti all'abitazione dell'uomo indagando su un tentativo di estorsione ai danni di due imprenditori, soci in un'azienda attiva sul territorio

Gli agenti della Squadra Mobile di Rimini hanno arrestato un 43enne residente a Santarcangelo per detenzione illegale di una pistola, rinvenuta e sequestrata nella sua abitazione nel corso di una perquisizione, durante la quale sono stati anche posti sotto sequestro numerosi proiettili di vario calibro. Dell’arma, risultata intestata ad una persona deceduta nel 2012, si erano perse le tracce e presumibilmente era stata rubata dal garage dell’uomo dopo la sua morte.

Gli agenti sono giunti all’abitazione dell’uomo indagando su un tentativo di estorsione ai danni di due imprenditori, soci in un’azienda attiva sul territorio, ai quali era pervenuta una lettera contenente due proiettili. Gli accertamenti hanno permesso di appurare che era proprio l’uomo oggetto di indagine colui il quale aveva spedito la lettera ai due imprenditori, con i quali aveva in atto divergenze di carattere economico.

Tra gli elementi probatori che hanno permesso ai poliziotti di inchiodare l’uomo alle sue responsabilità anche il rinvenimento ed il sequestro nell’abitazione di proiettili della stessa marca e calibro di quelli “spediti” per posta. Ora si trova in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lettera con proiettili a due imprenditori: in casa nascondeva una pistola

RiminiToday è in caricamento