menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La pistola utilizzata da Domenico Cutrì era stata rubata nel riminese un anno fa

La 357 Magnum trovata all'evaso proveniva da un colpo messo a segno in un appartamento di Montescudo. Gli inquirenti sono al lavoro per cercare di individuare come il malvivente ne fosse entrato in possesso

Quando i carabinieri hanno fatto irruzione nell'ultimo covo di Domenico Cutrì, l'ergastolano fuggito dal tribunale di Gallarate (Varese) dopo una sanguinosa sparatoria in cui ha perso la vita il fratello Antonino, hanno trovato il malvivente con una pistola 357 Magnum carica e pronta a sparare. Le ulteriori indagini degli inquirenti dell'Arma sulla pistola hanno fatto emergere una pista tutta riminese. L'arma, infatti, è risultata rubata nei primi mesi del 2013 in un appartamento di Montescudo. I carabinieri sono riusciti a risalire al proprietario, che ne aveva fatto denuncia, grazie al numero di matricola che era ancora intatto. Gli inquirenti sono al lavoro per cercare di individuare come il malvivente ne fosse entrato in possesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ecco i 3 momenti della vita in cui si ingrassa di più

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento