Pistola nei pantaloni, droga e cellulare rubato nelle tasche

Arrestato a Riccione dal personale della polizia di Stato nella notte tra martedì e mercoledì

Nella notte tra martedì e mercoledì il personale della polizia di Stato, nel corso di un controllo del territorio effettuato a Riccione, ha arrestato un 28enne marocchino con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e furto aggravato. Il nordafricano, insieme a un gruppo di giovani, era stato notato da una pattuglia in piazzale Azzarita che li ha seguiti fino sulla battigia. Arrivati in riva al mare, lo straniero ha estratto dalle tasche un involucro per poi "stendere" il suo contenuto. Certi che stessero consumando cocaina, gli agenti sono intervenuti bloccando l'intero gruppo. Perquisito, nelle tasche del 28enne sono spuntate altre dosi di cocaina e marjuana e, nascosta nei pantaloni, è stata rinvenuta una perfetta riproduzione di una pistola Bruni calibro 9 con 6 proiettili a salve inseriti nel caricatore. Nascosto nel marsupio, invece, il marocchino aveva un cellulare del quale non ha saputo fornire la provenienza e, uno dei giovani rpesenti, lo ha riconosciuto come proprio e che, poco prima, gli era stato rubato.. Per il 28enne sono così scattate le manette e, dopo una notte in camera di sicurezza, è stato processato per direttissima.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore sotto gli occhi del figlio, donna perde la vita investita da un'auto

  • Ascensore precipita con le persone dentro: diversi i feriti

  • Mitra e pistole, i rapinatori sequestrano i dipendenti della banca

  • Marquez-Rossi, clima infuocato a Misano. Lo spagnolo: "Io lotto per il Mondiale". La replica: "Mi ha ostacolato"

  • Vittorio Sgarbi promuove Gnassi, "lo avrei già nominato premier", e anticipa i progetti su Fellini

  • Marquez vince a casa di Rossi: "Avevo una motivazione in più". E alla festa del podio viene fischiato

Torna su
RiminiToday è in caricamento