Cronaca Miramare / Viale Amsterdam

Pitbull feroci, l'assessore Mattei: "Non era la prima volta che attaccavano, servono provvedimenti urgenti"

La responsabile ai diritti e benessere degli animali del Comune di Rimini interviene dopo l'aggressione dei due molossi che hanno sbranato un cagnolino e azzannato il proprietario

 “Il grave episodio accaduto pochi giorni fa a Miramare, con l’aggressione mortale nei confronti di un cagnolino da parte di 2 pitbull lasciati scorrazzare senza alcun controllo, merita sicuramente una riflessione". Ad intervenire sulla vicenda di sabato 26 febbraio, quando i due feroci molossi hanno sbranato un cagnolino e ferito il suo proprietario, è l'assessore ai diritti e benessere degli animali, Francesca Mattei. L'aggressione era avvenuta in un'area verde privata di via Amsterdam con gli animali che, lasciati liberi dai proprietari, avevano puntato il quattrozampe che stava camminando col padrone. La povera bestiola è stata subito sopraffatta dai pitbull nonostante i disperati tentativi del padrone di salvarlo dalle fauci degli animali con l'uomo che è stato a sua volta aggredito. Ne era nato un parapiglia e, sul posto, oltre all'ambulanza erano intervenuti i carabinieri e il personale veterinario che aveva poi catturato gli aggressori mentre il proprietario dei pitbull era stato identificato e i cani sequestrati e portati al canile. In quell'occasione si erano levate numerose proteste da parte dei proprietari dei cani che, solitamente, frequentavano l'area e che avevano segnalato più volte i pitbull lasciati vagare indisturbati.

"È un fatto che ha scioccato giustamente molte persone - ha spiegato l'assessore Matei - anche in considerazione di quanto emerso a seguito dello stesso e cioè le numerose segnalazioni giunte nei mesi precedenti da parte di residenti in ordine alla mancanza di custodia degli stessi animali. Da una verifica fatta in questi giorni, scaturisce come già nel 2021 la Polizia Locale e la Forestale avessero prodotto una circostanziata relazione con notizia di reato, inviata agli organi inquirenti, per l’eventuale adozione dei necessari provvedimenti previsti dalle leggi. A seguito dell’episodio dei giorni scorsi la coppia di pitbull è stata portata coattivamente al canile municipale, dove sta tuttora. È chiaro che, alla luce degli accadimenti recenti, diventano ancora più necessari e urgenti i provvedimenti a carico dei proprietari dei cani da parte dell’autorità che ha, anche in questo caso, ricevuto denunce e relazioni delle forze dell’ordine. Nel caso in cui ciò dovesse continuare a non avvenire, il Comune di Rimini, farà quanto in suo potere affinché questa vergognosa e intollerabile situazione di pericolo e anche di paura, legata a cani evidentemente privi di qualsiasi forma di controllo da parte dei proprietari, cessi immediatamente”.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pitbull feroci, l'assessore Mattei: "Non era la prima volta che attaccavano, servono provvedimenti urgenti"
RiminiToday è in caricamento