Più Carabinieri, più controlli: fuggi-fuggi di prostitute e truffatori

Già sabato sera sono stati evidenti i primi risultati in termini di presenza e controllo del territorio: sono state fermate ed allontanate numerose prostitute presenti sul lungomare; molti “pallinari” alla vista dei militari si sono dati alla fuga

Immediatamente operativi i 22 carabinieri giunti a Rimini ieri mattina da varie province della regione. Dopo il briefing tenuto dal Comandante Provinciale dei Carabinieri Colonnello Luigi Grasso nella caserma di via Carlo Alberto dalla Chiesa, i militari sono subito stati assegnati ai vari reparti territoriali della nostra provincia e prontamente impiegati già sabato e domenica nei servizi serali e notturni in riviera. Il contingente va a rafforzare il dispositivo di controllo del territorio dell’Arma locale affiancandosi ai reparti della Compagnia di Intervento Operativo del 4° Battaglione Veneto di Mestre, già massicciamente presenti dal 1° luglio, segnando un ulteriore impegno nel contrasto all’illegalità sul nostro territorio che proseguirà per tutto il periodo estivo con ulteriori 50 unità che seguiranno nel mese di agosto.

Già sabato sera sono stati evidenti i primi risultati in termini di presenza e controllo del territorio: sono state fermate ed allontanate numerose  prostitute presenti sul lungomare; molti “pallinari” alla vista dei militari si sono dati alla fuga; in ambito di contrasto all’abusivismo commerciale sono stati operati vari sequestri di merce contraffatta. Massiccia anche la presenza di personale in borghese sull’arenile nelle vicinanze dei locali da ballo più noti per scongiurare le rapine in spiaggia e lo spaccio di sostanze stupefacenti. In tale contesto sono state segnalate alla prefettura quali assuntori, 5 persone sorprese a consumare droga in spiaggia.

Inoltre sono stati messi in atto anche controlli alla circolazione stradale con etilometro che hanno permesso il ritiro di 7 patenti di altrettanti guidatori sorpresi ubriachi alla guida. Un cittadino cinese è stato infine denunciato per atti contrari alla pubblica decenza perchè sorpreso ad urinare mentre attendeva alla fermata l’arrivo dell’autobus. Continua l’impegno dell’Arma locale che garantirà certamente una cornice adeguata di sicurezza in tutto il periodo estivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento