rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Più che un bar era un "supermarket" di diversi tipi di droga: barista in manette

Un bar di Rimini era diventato una sorta di "take away" della droga. A scoprire il giro di spaccio sono stati gli agenti della Squadra Mobile

Un bar di Rimini era diventato una sorta di “take away” della droga. A scoprire il giro di spaccio sono stati gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Rimini che hanno tratto in arresto un uomo di origine romena residente a Rimini, in quanto aveva un considerevole quantitativo di sostanza stupefacente, che se “distribuita” tra spacciatori e consumatori della Riviera romagnola,  avrebbe fatto “guadagnare” diverse centinaia di migliaia di euro.

Tutto ha preso avvio quando i poliziotti della Questura di Rimini hanno notato alcuni movimenti sospetti nei pressi di un bar in viale Toscanelli. Nei giorni scorsi in particolare i poliziotti, nel transitare a bordo dell’autovettura di servizio nei pressi di quel bar, hanno notato uno “strano” viavai di persone che entrava e, senza consumare, usciva subito dopo dal locale. E’ quindi scattato il controllo. L’uomo, il gestore, all’interno del bar ha iniziato a mostrare fin da subito il suo nervosismo, circostanza questa che ulteriormente confermato i dubbi dei poliziotti che hanno quindi deciso di approfondire gli accertamenti su quel locale procedendo a una perquisizione del locale. 

Gli operatori avvalendosi dell’ausilio delle unità cinofile della Polizia di Stato hanno rinvenuto e sequestrato una serie di diverse droghe distruttive: in un ovetto in plastica di colore giallo,  di quelli con cui giocano i bambini, c’erano diverse dosi di cocaina e in un altro ovetto una confezione di marijuana, entrambi occultati in un incavo del bancone. In una bustina di plastica trasparente è stata rinvenuta la droga sintetica MDMA, suddivisa in circa 90 cristalli. In un’altra bustina di plastica trasparente era presente del crack, suddiviso in 23 scaglie, aventi il peso totale di 3,5 grammi. Sempre all’interno del bar, nel locale adibito a ufficio è stato poi rinvenuto il materiale necessario per il confezionamento della droga. All’esterno del bar, all’interno del muretto in cui sono collocati i contatori del gas, sono state rinvenuti alcuni etti di marijuana. Infine sotto il bancone del bar, sono state rinvenute due mazze da baseball, per la polizia detenute con l’evidente scopo di utilizzarle per l’offesa della persona.

Per la Polizia, in altre parole, quel bar non era che una base di spaccio. L’uomo è stato quindi condotto presso gli Uffici della Questura dove è astato arrestato per detenzione di droga ai fini di spaccio aggravata dal possesso di oggetti atti a offendere, reato per il quale è stato  portato in carcere.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più che un bar era un "supermarket" di diversi tipi di droga: barista in manette

RiminiToday è in caricamento