Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Via Adriatica

Pizzicato con una patente falsa, prende a calci e pugni i militari dell'Arma

Arrestato dai carabinieri di Riccione un bulgaro 30enne fermato al volante di una vettura di grossa cilindrata mentre viaggiava a forte velocità

All'alba del 15 gennaio, durante un controllo stradale, i carabinieri di Riccione hanno notato una potente Bmw che, sull'Adriatica, procedeva a forte velocità intimando l'alt all'automobilista. Alla richiesta dei documenti, l'uomo che guidava la vettura, un bulgaro 30enne, ha presentato una patente di guida palesemente falsa. Quando i militari del Radiomobile gli hanno contestato la non genuinità del documento, lo straniero è andato su tutto le furie iniziando ad offendere i carabinieri cercando di prenderli a calci e pugni. Nel frattempo, la moglie del bulgaro che si trovava sul sedile del passeggero, per evitare il sequestro della Bmw si è barricata nell'abitacolo rifiutando di uscire.

Ne è nato un violento parapiglia con i militari dell'Arma che, dopo aver ammanettato il 30enne, sono riusciti a convicere la donna a scendere dall'auto. Il bulgaro, già noto alle forze dell'ordine, è stato portato in caserma dove è stato dichiarato in arresto per resistenza a pubblico ufficiale. Processato per direttissima, è stato condannato a 10 mesi di reclusione con la sospensione della pena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzicato con una patente falsa, prende a calci e pugni i militari dell'Arma

RiminiToday è in caricamento