menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pm10, già esauriti i bonus degli sforamenti. M5S: "Colpa dell'A14"

Nell'anno 2011 le stazioni di rilevamento nel territorio del Comune di Rimini hanno registrato un totale di 74 sforamenti rispetto al valore di 50 μg/m³, contro i 35 consentiti dalla normativa

L'inquinamento atmosferico a Rimini è un problema che continua drammaticamente ad aggravarsi.
Il 5 marzo la città ha superato il fatidico limite di 35 sforamenti annuali del PM10 stabilito per legge. E questo nonostante le abbondanti nevicate purificatrici di febbraio. Insomma, in appena due mesi Rimini ha già “stracciato” tutti i bonus di inquinamento concessi dalla normativa europea. Il 9 marzo sono 39 gli sforamenti registrati dalla centralina di via dell'Abete.

Nell'anno 2011 le stazioni di rilevamento nel territorio del Comune di Rimini hanno registrato un totale di 74 sforamenti rispetto al valore di 50 μg/m³, contro i 35 consentiti dalla normativa. Nell'anno 2010  hanno registrato un totale di 58 sforamenti. Insomma, non si respira una buona aria. 

In una nota protesta il Movimento 5 Stelle: “I dati dell'ARPA testimoniano come la principale causa di inquinamento della nostra città sia l'autostrada. Per i lavori della terza corsia dell'autostrada A14 sono stati ridotti i limiti di velocità a 80 km/h nel tratto tra le uscite di Rimini Nord e Rimini Sud. Segnaliamo che proprio a velocità comprese tra gli 80 e i 90 chilometri orari i veicoli inquinano meno. Cosa succederà quando la terza corsia sarà completata e aumenteranno sensibilmente sia il traffico che i limiti di velocità? E quando saranno terminati i lavori del  corridoio TRANSEUROPEO VIII che si estenderà da Bulgaria, Turchia, Macedonia, Grecia, Albania e paesi Medio Orientali via mare fino a Bari, per proseguire in A14 attraverso l’area urbana di Rimini?”

“Ricordiamo che la quasi totalità delle scuole e degli asili dista non più di 800 metri dal percorso autostradale e in alcuni casi troviamo asili e scuole totalmente a ridosso dell’A14. Per questo torniamo con forza a sollecitare i nostri amministratori che per ora tacciono e osservano immobili la città e i suoi cittadini soffocare e ammalarsi. E' sempre più evidente come al nostro sindaco interessi solo la Rimini degli albergatori, dei bagnini ed i loro problemi di tasse evase. I poveri cittadini che respireranno ancora di più polveri sottili cancerogene nei pressi della Statale e A14 non contano nulla?”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento