Cronaca

Pole dance, quattro atlete romagnole a caccia del titolo italiano

La campionessa Claudia Dipilato: "Sarà una difficile sfida interpretativa e punto a vincere il titolo per il terzo anno consecutivo"

Da sinistra: Claudia Dipliato, Giada De Paoli, Serena Pavolucci, Mirella De Donato

Dopo mesi di stop a causa del lockdown, la Pole Dance riparte e lo fa dalla Romagna. Sabato e domenica, nel palazzetto dello sport di Cervia, si tengono i Campionati italiani di Pole Sport organizzati dal CSI e riconosciuti dalla Posa (Pole Sport & Arts World Federation) e, come disposizioni di legge, le gare saranno a porte chiuse.

Sono quattro le atlete del riminese in competizione e almeno due hanno ottime possibilità di arrivare al titolo. Si tratta delle pluricampionesse Claudia Dipilato (insegnante del Rimini Gymteam e fondatrice  di Rimini Pole Sudio) e Mirella De Donato (fondatrice di Acropole Gym Studio). Claudia, campionessa del mondo di Pole Sport Master 40 2019 e campionessa italiana in carica dal 2018, si presenta con un nuovo esercizio: “Ma non voglio rivelare niente sulla mia routine – afferma con una buona dose di scaramanzia. – Posso dire che è un pezzo completamente diverso da “Charlot – Charlie Chaplin” che mi ha garantito il mondiale e il tricolore l’anno scorso. Per me sarà una sfida interpretativa importante e mi piacerebbe conquistare il titolo per il terzo anno consecutivo”.

La riccionese Mirella De Donato, campionessa italiana in carica nella specialità Pole Art categoria Master 50 Semi Pro e vincitrice ai World Sport Games tenutisi in Catalogna nel luglio 2019, porta in gara “King – Kong”, una coreografia creata e montata da lei stessa, originariamente pensata per la Pole Art ma rivista in chiave Pole Sport. “Un esercizio sostanzialmente nuovo, di grande impatto e che spero piaccia alla giuria – spiega l’atleta della Perla Verde. – Mi piacerebbe vincere il titolo ma è la prima volta che gareggio tra le Master Competitive. Una nuova categoria presenta sempre delle incognite”.

Le altre due riminesi sono Serena Pavolucci e Giada De Paoli che competeranno tra le Senior Amatori. Sono ambedue alla seconda esperienza in un Italiano. Parteciparono nel 2018 fallendo l’accesso alla finale a dieci. “Per noi l’obiettivo di quest’anno è entrare in finale", spiegano le atlete.

Le quattro atlete, pur provenendo da società e palestre diverse, si sono allenate insieme e hanno “fatto squadra”, in modo di cercare di ottimizzare tempi d’allenamento e aiutarsi l’una con l’altra. Dovessero arrivare prestazioni al top, arriverebbero anche le convocazioni in nazionale per i mondiali di Pole Sport in programma a fine novembre. De Donato e Dipilato, con le vittorie ottenute nel 2019, hanno già in tasca la convocazione per i mondiali di Pole Art in programma a inizio novembre a Viareggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pole dance, quattro atlete romagnole a caccia del titolo italiano

RiminiToday è in caricamento