Polizia Postale scopre truffatore grazie all'ip di un pc

Ancora una truffa online: denunciato 37enne barese. A rivolgersi agli agenti della Polizia Postale di Rimini è stato un riminese di 23 anni, che aveva acquistato alcuni ricambi per auto

Ancora una truffa online: denunciato 37enne barese. A rivolgersi agli agenti della Polizia Postale di Rimini è stato un riminese di 23 anni, che aveva acquistato alcuni ricambi per auto sul portale di annunci al prezzo di 500 euro. La somma è stata versata su una carta postpay come d'accordi. Tuttavia al giovane la merce non è mai giunta a destinazione. Dopo la denuncia, la Polizia ha individuato il truffatore attraverso il codice ip del pc dal quale era stato inserito l'annuncio.

Nuova truffa on-line sventata dalla Polizia Postale di Rimini, che nella giornata di giovedì ha notificato una denuncia nei confronti di un 37enne barese. Vittima del raggiro un 23enne riminese, che aveva acquistato ricambi per una Bmw su un portale di annunci. Dopo aver ricevuto i 500 euro pattuiti per il prezzo, versati su una carta ricaricabile, il venditore aveva fatto perdere le sue tracce, senza spedire il dovuto all'acquirente. La Polizia Postale lo ha però individuato dall'ip del computer da cui era stato caricato l'annuncio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento