Poliziotta aggredita e picchiata, presentata interrogazione parlamentare

Firmata dall'onorevole Scillipoti (Fi), chiede che il ministro della Giustizia disponga un'ispezione ministeriale presso il Tribunale di Rimini

Domenico Scilipoti

"Il ministro della Giustizia disponga un'ispezione ministeriale presso il Tribunale di Rimini che ha rimesso in libertà il magrebino, autore del pestaggio di una poliziotta intervenuta per difendere tre donne da un'aggressione e chiarisca i motivi della sua mancata solidarietà all'agente di polizia mentre sarebbe auspicabile che chiedesse ufficialmente alle piu' alte cariche dello Stato di fare altrettanto". Lo chiede il senatore di Forza Italia Domenico Scilipoti Isgrò, in un'interrogazione al ministro della Giustizia, Andrea Orlando. "Il 29 novembre - si legge nell'atto di sindacato ispettivo - l'assistente capo della polizia di Stato di Rimini, Margherita Buttarelli, terminato il servizio, ha notato tre persone che, palesemente ubriache, molestavano un gruppo di donne con gesta e parole pesanti. Pur essendo fuori servizio, la citata assistente di Polizia, qualificatasi come agente di pubblica sicurezza, ha chiesto ai tre di porre fine alle molestie a danno delle malcapitate. Uno dei tre molestatori, poi identificato come magrebino, e gia' noto alle Forze dell'ordine, ha reagito aggredendo la poliziotta con calci e pugni, procurandole lesioni al volto per le quali ha avuto una prognosi di 30 giorni. Il Giudice del Tribunale di Rimini, pur convalidando l'arresto operato dai Carabinieri, ha rimesso in libertà l'aggressore magrebino che saràprocessato il 19 dicembre da uomo libero, nonostante il Pubblico Ministero avesse chiesto la custodia cautelare in carcere." Secondo il parlamentare Scilipoti Isgrò, "la decisione del Tribunale di Rimini è sconcertante alla luce del comportamento tenuto dall'aggressore, già noto alle Forze dell'Ordine. Altrettanto inaccettabile è il silenzio delle più alte cariche dello Stato che, sempre solerti nell'esprimere solidarietà alle donne vittime di violenza, in questo caso non hanno ritenuto di esprimere solidarietà all'agente".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Giovedì mattina, intanto, l’assessore alle Politiche di Genere del Comune di Rimini, Nadia Rossi, ha incontrato in Questura la poliziotta. L’assessore è stata ricevuta dal Questore della Provincia di Rimini, Alfonso Terribile, il quale ha ringraziato per la vicinanza espressa nella circostanza dall’Amministrazione comunale, rinnovando la disponibilità di tutti gli uomini della Questura di Rimini a contrastare ogni forma di devianza e di illecito e, in particolar modo, le condotte criminose commesse nei confronti delle fasce più deboli della popolazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento