Ponte sul fiume Conca: i lavori sono al 60%, inaugurazione entro aprile 2014

Con un costo complessivo intorno agli 11,5 milioni di euro, la nuova struttura rappresenta la più importante opera pubblica della Provincia di Rimini e garantirà una migliore viabilità della Valconca eliminando il traffico pesante dai centri abitati

E’ ormai in fase avanzatissima il cantiere per la nuova viabilità e il ponte sul fiume Conca. Completata la viabilità propedeutica, in questi giorni sono stati posizionati in loco le strutture portanti del grande ponte (la lunghezza complessiva del viadotto è di 210 metri) che unirà le due sponde tra i Comuni di Morciano e San Clemente. Allo stato attuale l’intervento (che ha un costo complessivo intorno agli 11.500.000,00 euro) è circa al 60% dal suo termine, che rimane confermato per il maggio 2014. Dopo lo stop ai lavori dell’autunno 2012, il cantiere è ripartito nel mese di giugno 2013 in seguito all’approvazione da parte della Giunta della Provincia di Rimini della variante ottenuta in seguito alla perizia suppletiva. Il cantiere è attualmente operativo e i lavori stanno procedendo correttamente secondo i tempi prestabiliti dal crono programma. Il manufatto del ponte, realizzato in carpenteria metallica, è stato ultimato all’interno delle officine e sarà posizionato in loco per essere montato una volta concluso il suo preassemblaggio.

Il tracciato già ben visibile del Ponte sul Conca spiega Meris Soldati, assessore ai lavori pubblici della Provincia di Riminie lo stato avanzato dei lavori rendono già l’idea dell’importante impatto che questa infrastruttura avrà a breve per lo sviluppo e la qualità della vita di questa parte importante del nostro territorio. Il ponte, anche simbolicamente, rappresenta al meglio il ruolo amministrativo della Provincia, quello di unire e armonizzare le diverse realtà del territorio. Insieme all’edilizia scolastica, questa infrastruttura rappresenterà il lascito più concreto e visibile di questa amministrazione provinciale. Un investimento importante che in momenti così difficili vuole rappresentare, anche simbolicamente, un segnale di fiducia e speranza nel futuro”.
 
La realizzazione della nuova viabilità di collegamento al pontecommentano Claudio Battazza, Sindaco di Morciano di Romagna e Christian D’Andrea, Sindaco di San Clemente avrà importanti ricadute a livello locale. Un impatto positivo sia per quanto riguarda la qualità della vita quotidiana dei nostri concittadini, il ponte infatti libererà dal traffico pesante parti importanti dei rispettivi nuclei abitati, sia come logistica per le importanti realtà produttive della zona. Come amministrazioni pubbliche sappiamo che il tema della mobilità è tra quelli prioritari per intervenire per garantire una migliore vivibilità sociale, maggiore qualità ambientale, possibilità di sviluppo economico e produttivo. Un segnale importante che testimonia concretamente la tenacia e la forza con cui le nostre comunità si sono adoperate per ottenere questa importantissima infrastruttura ormai in via di ultimazione”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento