Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Portato in Questura per accertamenti si scatena e manda un agente in ospedale

Il giovane, trovato con un coltello e senza documenti, ha iniziato a dare in escandescenza negli uffici di piazzale Bornaccini

Ha scatenato una vera e propria furia un tunisino 20enne che, portato in Questura per accertamenti, ha improvvisamente dato in escandescenza spedendo in ospedale un agente. Il giovane, nel pomeriggio di mercoledì, era stato fermato da una pattuglia mentre si aggirava per il centro storico. Alla richiesta dei documenti ha dichiarato di non averli con sè e, allo stesso tempo, ha consegnato spontaneamente alle divise un coltello che aveva nelle tasche. Il personale della Questura, vista la situazione, ha deciso di portarlo negli uffici di piazzale Bornacicni per identificarlo ma una volta dentro il palazzo si è scatenato il caso. All'improvviso, e senza alcun motivo, il 20enne ha iniziato a tirare delle testate contro le porte per poi aggredire un agente con calci e pugni. L'intervento dei colleghi ha scongiurato il peggio e, non senza fatica, l'esagitato è stato bloccato e ammanettato con l'accusa di resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale mentre il poliziotto è stato costretto a ricorrere alle cure dei sanitari per poi essere dimesso dal pronto soccorso con una prognosi di 4 giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Portato in Questura per accertamenti si scatena e manda un agente in ospedale

RiminiToday è in caricamento