rotate-mobile
Cronaca Riccione

Al posto dell'area in degrado e poco sicura, con il laboratorio "San Lorenzo" arriva il Fitness Park

Il Comune di Riccione, attraverso il settore Polizia locale, ha curato un accordo di programma per la realizzazione di un progetto di rigenerazione e sicurezza urbana

Il Comune di Riccione, attraverso il settore polizia locale ha curato un accordo di programma con la Regione Emilia Romagna per la realizzazione di un progetto di rigenerazione e sicurezza urbana denominato “laboratorio San Lorenzo” per soddisfare l’emergente bisogno di sicurezza in quell’area. Il quartiere necessitava di riqualificare alcuni spazi, soggetti ad incuria ed abbandono, che  per il degrado creato, hanno concorso a determinare un  livello di percezione della sicurezza molto basso, di conseguenza gruppi giovanili li hanno fatti luogo delle proprie riunioni, contribuendo a generare sensazioni di insicurezza.

L’obiettivo del progetto è dare ai giovani spazi urbani diversi, decorosi, a loro misura e che li coinvolga offrendo occasioni da vivere di loro interesse, al fine di ottenere impegno e partecipazione al bene pubblico, che si contrapponga al naturale istinto di ribellione che spesso sfocia in atti di incuria vandalismo e degrado accompagnati ad ozio. Comportamenti che producono poi senso di insicurezza diffusa nei cittadini, anche a causa di questa presenza.

Da sempre lo sport è lo strumento positivo di coinvolgimento e crescita in maniera sana per i giovani e in particolare le attività sportive all’aria aperta riescono a generare un utilizzo positivo degli spazi urbani, per cui si è scelto di realizzare un’area fitness attrezzata, che potesse soddisfare le esigenze di quella fascia di giovani.

L’amministrazione comunale, da sempre attenta alla sicurezza e al decoro urbano e di conseguenza all’evoluzione dei fenomeni giovanili, partendo dall’esperienza presente presso il parco della Resistenza, ha pensato di realizzare uno spazio analogo anche nel quartiere San Lorenzo, interessato da fenomeni di aggregazione giovanile. E’ stata installata una piattaforma di oltre 75 metri quadrati, dotata delle migliori attrezzature sportive per l’allenamento e per sviluppare le attività prima fra tutti il parkour.

Nello specifico si tratta di una composizione Fitness Park formata dai seguenti elementi: barra trazioni combinata, sbarra trazioni dritta, panca per addominali e lombari, sbarra flessioni multifunzionale, barre Affondi, 3 Step.

Il settore della polizia locale ha affidato a Geat  la predisposizione dell’opera. L’area attrezzata non rappresenta l’unico strumento per superare il sentimento di insicurezza sociale; il progetto che segue prevede l’organizzazione di interventi integrati volti a ridurre e a prevenire fenomeni di insicurezza sociale e nel contempo, la risistemazione di un'area vasta e funzionale del territorio riccionese. Il contributo erogato dalla Regione E.R. copre all’80% il costo complessivo del progetto, pari a 130 mila euro sviluppato su diverse linee di intervento, tra cui l’area attrezzata che ha un valore di 45 mila euro.

Dichiarazione della comandante della polizia locale, Isotta Macini: “La sicurezza urbana non si ottiene solamente con la repressione, anzi la maniera più efficace è quella di prevenire i fenomeni di degrado attraverso interventi informativi, formativi e di coinvolgimento, dove i giovani cittadini stessi sono parte attiva nella tutela del bene comune. Questo lo si agevola attraverso interventi di rigenerazione urbana”.

Dichiarazione di Fabio Galli, presidente di Geat: “Sottolineo anche in questo caso la sinergia proficua con l’amministrazione comunale per la realizzazione di questo progetto. L’azienda ha in cura da tempo il posizionamento e la manutenzione di giochi nei parchi di Riccione; questa ulteriore attività ci riempie di soddisfazione, anche per il valore strategico del progetto nel suo complesso. Ci tengo a sottoporre l’attenzione sul fatto che la composizione del Fitness Park è stata realizzata con materiali di alta qualità, completamente riciclabili al 100% come da Decreto del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare 5 febbraio 2015”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al posto dell'area in degrado e poco sicura, con il laboratorio "San Lorenzo" arriva il Fitness Park

RiminiToday è in caricamento