Potenziato il servizio ferroviario: 2 nuovi treni fermeranno alla stazione di Misano

“Si tratta – spiega il sindaco di Misano Adriatico Fabrizio Piccioni – di un miglioramento significativo"

Due importanti fermate potenzieranno il servizio ferroviario a Misano Adriatico. A partire da mercoledì 4 novembre e per tutta la durata dei lavori che causano l'interruzione del servizio tra Rimini e Viserba (termine previsto il 24 gennaio), a Misano Adriatico fermeranno i treni regionali veloci delle 8:17, proveniente da Bologna, e delle 12:42, proveniente da Ancona. “Si tratta – spiega il sindaco di Misano Adriatico Fabrizio Piccioni – di un miglioramento significativo. Ad oggi, da Rimini verso Pesaro, al mattino ci sono solo due treni che fermano a Misano, uno alle 7:00 e uno alle 7:20 e poi nulla fino alle 13:00 passate. Ora si aggiunge la fermata delle 8:17, utile per gli studenti e i lavoratori che devono recarsi a Pesaro. Da Ancona, in direzione Rimini, si aggiunge invece la fermata delle 12:42, utile per chi deve rientrare. In tal modo si pone rimedio ai collegamenti saltati a causa dei lavori di Viserba, ma dovremo continuare a lavorare per garantire collegamenti più frequenti anche una volta ultimato l'intervento, per un servizio di trasporto che sia utile alla collettività”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Rimini usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento