Riccione, giro di vite contro i pr delle discoteche: "E' ora di mettere un po' di ordine"

Chi non osserverà le disposizioni verrà multato e gli verrà ritirata l’autorizzazione. A pagare sarà anche la discoteca che lo ha assunto

Giro di vite a Riccione contro i pr delle discoteche. Sarà loro vietato distribuire inviti o vendere i pre-ingressi nelle vie del centro. Dovranno svolgere il loro lavoro in ambiti ben circoscritti, ben dedicati e a loro dedicati. Tra le idee dell'amministrazione comunale quella di un ampio negozio in prossimità della stazione ferroviaria o direttamente negli spazi disponibili del Palazzo del Turismo. Chi non osserverà le disposizioni verrà multato e gli verrà ritirata l’autorizzazione. A pagare sarà anche la discoteca che lo ha assunto.

"Lo diciamo da tempo. Dopo alcuni tentativi di dialogo, qualche ordinanza in molti casi disattesa, è arrivato il momento di mettere un po’ di ordine e di risolvere in maniera radicale il problema dei pr delle discoteche che bivaccano nelle strade del centro ad infastidire i turisti - dichiara senza esitazione il vice sindaco e assessore alla Polizia Municipale Luciano Tirincanti -. Avere oggi, la piena collaborazione e disponibilità delle discoteche e del SILB con i quali abbiamo avuto un ottimo rapporto di reciproco confronto, ci autorizza a credere che il regolamento che andremo a definire in questi giorni sarà l’atto conclusivo di una querelle che dura da molti anni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiarisce Tirincanti: "Nessuna intenzione di proibire o di limitare il lavoro di promoter dei locali e delle discoteche del nostro territorio. Solo una forte e decisa azione di chiarezza che punta al rispetto del decoro, dell’identità e soprattutto della visibilità di chi fa questo lavoro”. “Anche se è Riccione la città dove questo fenomeno di malcostume ha il suo apice - dichiara il Sindaco Renata Tosi - questo è un problema che interessa tutta la nostra riviera. Per questo ho chiesto che a darci sostegno intervenga anche la Regione. Abbiamo bisogno di ridare smalto e prestigio al nostro turismo, anche a quello dell’intrattenimento e della notte che sono due dei nostri punti di forza. L’ossessiva azione dei pierre nuoce alla nostra immagine, non solo come città di Riccione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento