Predone della spiaggia in manette, nel suo bottino 4 cellulari rubati sotto gli ombrelloni

Lo straniero è al suo terzo arresto negli ultimi 10 giorni, il giudice ha applicato la misura cautelare del carcere

Nel primo pomeriggio di sabato 4 agosto i carabinieri della Stazione di Miramare hanno arresato in flagranza, per furto aggravato, un senegalese 33enne già noto alle forze dell'ordine. Per lo straniero, nell'arco degli ultimi 10 giorni, si tratta della terza volta che viene ammanettato. Secondo quanto emerso, l'uomo stava camminando sulla spiaggia tra i Bagni 105 e 131 tenendo d'occhio i lettini e gli ombrelloni incustoditi e, approfittando dell'assenza dei bagnanti, impossessarsi delle borse. Le vittime, appena si sono accorte di quanto stava accadendo, hanno dato l'alalrme facendo intervenire i militari dell'Arma che hanno raggiunto e bloccato il 33enne trovandolo in possesso di 4 cellulari. Processato per direttissima lunedì mattina, il giudice ha convalidato il fermo applicando al senegale la misura cautelare del carcere in attesa della prossima udienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento