Predoni della spiaggia sorpresi a rubare, uno inseguito e linciato dalle vittime

Solo l'arrivo di una pattuglia dei carabinieri ha evitato che lo straniero venisse ulteriormente massacrato

Solo l'intervento di una pattuglia dei carabinieri ha evitato che, un predone della battigia, venisse ulteriormente massacrato di botte dalle vittime che lo avevano sorpreso a rubare un marsupio. Il tutto è avvenuto nella notte tra lunedì e martedì, verso le 3, sulla spiaggia del Bagno 6 di Rimini. Secondo quanto emerso tre turisti, tutti italiani, avevano sorpreso altrettanti malviventi che stavano scappando con un marsupio appena rubato ai ragazzi che lo avevano lasciato momentaneamente incustodito su un pattino. E' scattato l'inseguimento ma, mentre due ladri sono riusciti a fuggire facendo perdere le loro tracce, il terzo è stato bloccato dai turisti innescando un violento tafferuglio. Il malvivente, nel tentativo di scappare a sua volta, ha cercato di aggredire le vittime che, per tutta risposta, hanno iniziato a picchiarlo di santa ragione. Sul posto è accorsa una pattuglia dell'Arma coi carabinieri che sono riusciti a sottrarre il rapinatore al linciaggio. Sia lui, che una delle vittime, sono stati costretti a ricorrere alle cure del pronto soccorso per una serie di lesioni multiple. Il malvivente, poi identificato come un ucraino 35enne, è stato poi dimesso con una prognosi di 15 giorni per la frattura delle ossa nasali mentre, uno dei derubati, ne avrà per 7 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento