Preferisce il carcere alla comunità, evade a capodanno e si presenta ai "Casetti"

Il malvivente ha preferito trascorrere il veglione dietro le sbarre piuttosto che rimanere ai domiciliari

Insofferente alla vita della comunità, dove era sottoposto agli arresti domiciliari, e alle sue regole ha preferito evadere e trascorrere il capodanno in carcere. Una vicenda che ha del surreale quella che vede come protagonista un leccese 44enne, già noto alle forze dell'ordine, che l'ultimo dell'anno è scappato dalla struttura di Montescudo andando a presentarsi direttamente alla porta del carcere dei "Casetti" di Rimini. Davanti agli agenti sbigottiti ha amesso candidamente di essere un evaso e di volersi costituire. Sono stati chiamati i carabinieri che, dopo averlo portato in caserma per gli accertamenti di rito, non hanno potuto far altro che constatare l'evasione e aggravare così la posizione del 44enne che ha visto esaudito il suo desiderio di fare il veglione dietro le sbarre della casa circondariale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fermato tre volte in un giorno: "Voglio godermi la vita, tanto le multe non le pago"

  • Calano ulteriormente i nuovi contagi, meno ricoverati in terapia intensiva

  • Lavoratori edili in stop forzato, imprese in prima linea per affrontare l'emergenza

  • Borrelli allunga la quarantena fino al primo maggio: "Fase 2 forse dal 16"

  • Droga party nel garage per combattere la noia della quarantena

  • Nuovi contagi: quello di oggi è il dato più basso da un mese

Torna su
RiminiToday è in caricamento