Premiati gli agenti meritevoli della polizia di Stato di Rimini

In occasione della festa della Polizia di Stato sono stati consegnati i riconoscimenti di merito al personale che si è distinto in operazioni di servizio

Foto Migliorini

Nella prestigiosa cornice della Sala dell’Arengo del Palazzo dei Congressi di Rimini la Polizia di Stato ha festeggiato il 165° anniversario della sua fondazione. "Esserci sempre" è il tema conduttore che esalta il senso di responsabilità sempre appassionato delle donne e degli uomini della Polizia di Stato nell'affrontare le sfide di un mondo in continua evoluzione. La cerimonia ha avuto inizio nella prima mattinata, quando il Questore di Rimini, dr. Maurizio Improta, e il Prefetto di Rimini, dr.ssa Gabriella Tramonti, hanno deposto una corona di alloro in ricordo del Sovr. Antono Mosca – poliziotto morto il 29 Luglio 1989 in conseguenza delle ferite subite in una sparatoria con tre criminali della “Banda della Uno Bianca” il 3 Ottobre 1987 sull’autostrada A14 all’altezza del casello di Cesena – presso l’omonima Caserma di viale Toscanelli, nonché in ricordo di tutti i Caduti della Polizia di Stato presso la sede della Questura di Rimini in corso d’Augusto.

La cerimonia è iniziata con la lettura dei messaggi delle più alte cariche dello Stato e del Capo della Polizia-Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli ed è proseguita dapprima con un intervento del Questore, Maurizio Improta, e del Prefetto Gabriella Tramonti, e successivamente con la consegna dei riconoscimenti di merito al personale che si è distinto in operazioni di servizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Due encomi solenni e due encomi al V.Q.A. Massimo Sacco 
Funzionario in servizio presso la Catturandi della Squadra Mobile di Napoli ed attuale Dirigente della Squadra Mobile di Rimini, evidenziando elevate capacità professionali, acume investigativo e non comune determinazione operativa, ha diretto complesse indagini che hanno permesso di arrestare diversi latitanti appartenenti ad associazioni camorristiche e di risolvere tempestivamente, due casi di omicidio con l’arresto dei relativi responsabili (Napoli, Caserta, Londra da dicembre 2011 al novembre 2012)

Due encomi solenni all’Ass. Capo Antonio Pio Albrizio 
In sevizio presso la Squadra mobile di Milano e attualmente in servizio presso la Sezione di Polizia Stradale di Rimini, ha contribuito a sgominare un efferato sodalizio criminale latino-americano, responsabili di numerosissimi reati contro la persona e il patrimonio e di trarre in arresto nove persone responsabili di rapina aggravata, porto abusivo di armi da sparo, lesioni personali, furto aggravato e riciclaggio di autovetture. Milano dal luglio a settembre 2015

Encomio solenne: Ass. C. Luca Pietropaolo, Ass. Lorenzo Leggieri, Ass. Giuseppe Ivan Andrisiani
Gli operatori delle Volanti della Questura di Rimini e del Reparto prevenzione Crimine di Bologna, evidenziando spiccate capacità professionali, intuito investigativo e notevole determinazione operativa, alle cinque del mattino del 10 luglio 2016,  al termine di un pericoloso inseguimento, durante il quale sono stati esplosi alcuni colpi di pistola e speronate ripetutamente le auto di servizio, sono riusciti ad arrestare tre malviventi appartenenti a un importante sodalizio criminale dedito alla commissione di efferate rapine ai danni di istituti bancari, recentemente condannati a 3 anni e due mesi.

Due encomi Isp. S.U.P.S. Butini Eugenio, Sov. C. Bennardo Nicola, Sov. C. Sisca Raffaele, V.Sov. Volpini Fiorenzo, Ass. C. Vitagliano Luca  
In servizio presso la Squadra Mobile, hanno condotto e brillantemente concluso, unitamente ad altri colleghi della Squadra Mobile, articolate attività di indagine che hanno portato allo smantellamento di due sodalizi criminali: il primo, responsabile dei reati di omicidio volontario, detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e, il secondo, specializzato in traffico di sostanze stupefacenti ed estorsioni. Rimini, 15 novembre 2012 e 9 giugno 2015

Encomio a Ass. C. Masini Roberto
Poliziotto della Squadra Mobile, con la sua capacità professionale e intuito investigativo, ha condotto un’attività di indagine che ha consentito la completa disarticolazione di un sodalizio criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti. Rimini, 11 novembre 2014

Encomio a: Isp.S. S.U.P.S Roberto Parrucci, Sovr. C. Gaspare Manguerra, Ass. C. Andrea Fazzioli
In servizio presso la Squadra Mobile hanno condotto un’attività investigativa che ha consentito di arrestare 8 persone, disarticolando  due pericolose associazioni per delinquere specializzate in furti in abitazione e rapine presso esercizi commerciali con utilizzo di armi Rimini, 8 aprile 2015

Encomio a Ass. C. Fabio Guardati   
Il 29 ottobre 2015, libero dal servizio, per salvare l’incolumità del titolare di un esercizio commerciale, palesemente minacciato da un malvivente, dopo aver raggiunto l’aggressore, gli ha sferrato un calcio al braccio armato, obbligandolo a lasciar cadere il coltello a terra: dopo una violenta collutazione, il poliziotto è riuscito a immobilizzare e ad arrestare l’uomo.

Encomio a Ass. Claudio Palumbo
Con coraggio e professionalità, esponendo la propria vita a un imminente pericolo, è  prontamente intervenuto presso un edificio avvolto da altissime fiamme, traendo in salvo tutti i residenti. Brescia, 24 novembre 2014

Lode: Agente Giuseppe Basta, agente Sebastiano Cassese
Il 16 agosto 2015 gli uomini della “Pisa Bologna 42 e 44” durante un servizio notturno sul Lungomare di Vittorio hanno rintracciato e arrestato un uomo, di origine magrebine,  resosi responsabile di una tentata violenza sessuale nei confronti di una giovane donna: dopo averla sorpresa alle spalle, l’uomo l’ha scaraventata a terra e ha cercato con il proprio corpo di impedirle qualsiasi movimento, percuotendola ripetutamente. L’intervento dei poliziotti ha permesso di trarre in salvo la donna e di arrestare l’uomo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento