menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Premiato il video sui valori della memoria e della pace realizzato da studenti riminesi

Menzione speciale dal Ministero dell’istruzione per gli alunni del Serpieri e Agevolando

Sono stati premiati a Torino, martedì 4 febbraio, dal Ministro dell’istruzione Lucia Azzolina e dalla Sindaca di Torino Chiara Appendino un gruppo di studenti del Liceo scientifico Serpieri di Rimini. Si tratta di Virginia Canducci, Luca Vulpinari, Igor Angelo Paone, Carlotta Rinaldi accompagnati dall’insegnante prof.ssa Paola Affronte. I quattro studenti hanno partecipato alla terza edizione del concorso nazionale indetto dall’Associazione nazionale vittime civili di guerra onlus (Anvcg) in collaborazione con il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (Miur) dal titolo: “Tante guerre, un’unica vittima: la popolazione civile”. Gli studenti hanno partecipato al concorso nella sezione video presentando un lavoro dal titolo: “Voci inascoltate della storia. Le vittime civili nelle guerre di ieri e di oggi”. Nel video hanno intervistato Franco Leoni, sopravvissuto alla strage di Marzabotto, e due giovani soci dell’associazione Agevolando: Najam e Aman, entrambi giunti in Italia (il primo dal Pakistan e il secondo dall’Afghanistan) dopo lunghi e drammatici viaggi.

Obiettivo del video mettere a confronto le vittime civili dei conflitti di ieri e di oggi mostrando come la guerrasia un fenomeno senza confini, che rende vittime tutte le popolazioni che la subiscono, oltre il tempo e lo spazio. Il lavoro ha voluto inoltre valorizzare il ruolo dei testimoni come fonti orali della storia e il loro impegno educativo nei confronti delle nuove generazioni e promuovere i valori della memoria, del perdono e della pace. Il video è stato realizzato anche grazie al supporto di Croce Rossa Italiana – Comitato di Rimini e associazione Sergio Zavatta in particolare del Centro giovani RM25 che hanno messo a disposizione i loro spazi per le riprese. È stato premiato con una “menzione speciale” in occasione della cerimonia che si è svolta all’Arsenale della Pace di Torino in concomitanza Giornata Nazionale delle vittime civili delle guerre e dei conflitti nel mondo” che si celebra il 1 febbraio. L’Arsenale della Pace è una fabbrica di armi che, per intuizione di Ernesto Olivero, fondatore del Sermig, è stato trasformato in un luogo di integrazione, assistenza, solidarietà e promozione della cultura della pace. Premiata anche un’altra scuola riminese, la Enrico Fermi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ristrutturare

Decoupage, trasforma gli oggetti in piccole opere d'arte

social

3 ricette con Carciofi da provare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento