Premio Panzini, Bellaria pronta ad annunciare il nome del vincitore

Annunciati sul palco Filippo Malatesta, il Quartetto Eos, Sergio Casabianca, Antonio Sorgentone e Gladys Rossi; non mancheranno le sorprese, tra cui un grande ospite d’onore

Iniziato il conto alla rovescia per il Premio Panzini 2020. Venerdì 21 febbraio, infatti, la città conoscerà il volto del vincitore: appuntamento fissato per le ore 20.45 al Palacongressi, con la cerimonia ufficiale di consegna a quella cittadina o quel cittadino che, più di ogni altro, abbia dato lustro a Bellaria Igea Marina. Come anticipato dal Sindaco Filippo Giorgetti negli scorsi giorni, l’Amministrazione Comunale insediata lo scorso anno ha inteso confermare e sostenere una manifestazione, il Premio Panzini, “che si è consolidata in questi anni come una bella tradizione, in cui la città si riconosce e si sente legata. Condividendone lo spirito, abbiamo voluto darle continuità riducendo il numero complessivo di soggetti premiati, per aumentare peso e prestigio dei riconoscimenti previsti. Il tutto, in un contenitore rinnovato e connotato da spessore artistico e culturale.”
 
Con quest’obiettivo, la cerimonia prevederà quest’anno un premio principale affiancato a tre singoli riconoscimenti per altrettante specifiche categorie. “Una dal respiro internazionale individuata in “Bellaria Igea Marina nel mondo”, più altri due riconoscimenti a cui abbiamo dato i nomi “Bellaria Igea Marina e la sua storia” e “Bellaria Igea Marina e il futuro”, annuncia oggi Giorgetti. Direzione artistica affidata quest’anno al Comitato Borgata Vecchia, per una serata di gala che vedrà fra gli ospiti Filippo Malatesta, il Quartetto Eos, Sergio Casabianca e Antonio Sorgentone, le cui folgoranti performance al piano lo hanno reso vincitore di Italia’s Got Talent 2019. Non mancheranno le sorprese, compreso un ospite d’onore presente in apertura di serata e nuovamente sul palco alla fine, al momento di incoronare il Premio Panzini 2020.
 
Annunciata anche una performance del grande soprano bellariese Gladys Rossi, che del Premio Panzini è stata la prima vincitrice nel 2013. Un riconoscimento il cui testimone è stato raccolto negli anni successivi dallo storico fondatore dell’azienda Bimare Michelangelo “Lallo” Petrucci, dalla missionaria Sara Foschi, dall’ex direttore di Iccrea Holding Roberto Mazzotti, da Maurizio Salvi, luminare di chirurgia toracica, dal cardiologo e fondatore di Pubblica Assistenza Croce Blu Daniele Grosseto, ed infine da Gabriele Procucci, Colonnello della Guardia di Finanza che si è aggiudicato il Premio Panzini nel febbraio 2019.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento