Preparano la conserva di pomodoro e mandano in cenere il capanno

Una densa fume nera quella che si è levata nel cielo di Rimini nella prima serata di martedì facendo accorrere vigili del fuoco e forze dell'ordine

Momenti di paura, nella prima serata di martedì, per una famiglia di via Galla Placidia a Rimini, che ha perso il controllo del fuoco utilizzato per far bollire la conserva di pomodoro. L'allarme è scattato poco prima delle 20 quando, in cielo, si è levata una densa colonna di fumo che ha messo in subbuglio residenti, forze dell'ordine e vigili del fuoco che sono accorsi nella via all'intersezione con la Statale 16 Adriatica. A causare l'incendio, secondo i primi accertamenti, un fuoco di braci utilizzato dalla famiglia per far bollire i pomodori e realizzare le conserve. Le fiamme, fuori controllo, hanno attaccato un capanno agricolo e si sono attaccate alle pareti distruggendo completamente la struttura. Sul posto sono accorse tre squadre dei vigili del fuoco oltre a una pattuglia della polizia Stradale, per regolare il traffico, e una pattuglia dei carabinieri. Il rogo ha causato solo danni alla struttura mentre nessuno dei presenti è dovuto ricorrere alle cure dei sanitari. Il denso fumo è arrivato fino alla zona mare di Viserba.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento