rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca

Il maxi presepe di Gabriele Pagliarani il "Bagnino d'Italia"

Precursore delle natività realizzate con la sabbia sulla spiaggia del Bagno 26, ha trasformato il giardino della propria abitazione con un allestimento da 40 metri quadri

E’ stato il precursore dei presepi di sabbia in riva al mare, da una decina d’anni ha trasferito la sua passione a casa a Santa Giustina realizzando una Natività “homemade” quasi da Guinness dei Primati. Gabriele Pagliarani, storico titolare del Bagno 26, è un vero e proprio cultore della rappresentazione della nascita del Cristo e fin da bambino si è appassionato a ogni forma di presepe. "Mi affascinavano tutti e farlo in casa dopo essere andati a raccogliere il muschio è una tradizione che rinnovo dai primi anni di vita. Appena ne abbiamo avuto la possibilità, nell’inverno del 2000, abbiamo portato qui a Rimini il primo presepe di sabbia e al Bagno 26-Tiki abbiamo avuto qualcosa come 200.000 presenze. Siamo andati avanti fino al 2007, poi, una decina di anni fa, ho iniziato a farlo in giardino". "Quello che realizzo e che richiama decine e decine di curiosi quasi tutti i giorni è grande oltre 40 metri quadri, ha otto tipi di ghiaia una diversa dall’altra, legno, sassi, muschio, acqua di lago con pesci vivi, paglia nell’area dei cammelli, una cascata, porfido e qualcosa come 120 statuine. E la sera è completamente illuminato" racconta Pagliarani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maxi presepe di Gabriele Pagliarani il "Bagnino d'Italia"

RiminiToday è in caricamento