Preso a bastonate sulla spiaggia libera per strappargli lo zaino

La vittima è stata in grado di riconoscere il gruppo che lo ha malmenato e fornire alla polizia di Stato elementi utili per arrestare l'autore

Momenti di paura, nella mattinata di domenica, sulla spiaggia libera di piazzale Boscovich a Rimini dove un tunisino 29enne è stato preso a bastonate da un gruppo di ragazzi per strappargli lo zaino. La vittima ha cercato di resitere alla rapina e, i malviventi, non si sono fatti scrupolo a malmenarlo per impossessarsi del bottino e poi fuggire. Il 29enne, quando gli agenti della polizia di Stato sono arrivati sul posto, è stato in grado di fornire utili dettagli per individuare gli aggressori e, poco lontano, il personale della Questura di Rimini è riuscito ad individuare un gruppo di persone che poteva corrispondere alla descrizione. Tra gli identificati è spuntato un 23enne di origine indiana, residente nella provincia di Arezzo, trovato in possesso dello zaino e portato negli uffici di corso d'Augusto. Dagli accertamenti è emerso che si trattava dell'autore della rapina e che, allo stesso tempo, sul giovane pendeva un provvedimento di rintraccio perché indagato per altro furto commesso in Toscana e per essere inottemperante all’Ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale. Il 23enne è stato quindi arrestato per rapina impropria in concorso e indagato per inottemperanza all’ordine del Questore di lasciare il territorio dello Stato entro il termine previsto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento