menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stupratore nascosto nella colonia abbandonata: finisce in carcere

A Riccione un senegalese è finito arrestato per rapina, violenza sessuale, evasione e ricettazione. I Carabinieri della Stazione di Riccione lo hanno tratto in arresto, in esecuzione di un ordine di carcerazione dovendo scontare una pena definitiva

A Riccione un senegalese è finito arrestato per rapina, violenza sessuale, evasione e ricettazione. I  Carabinieri della Stazione di Riccione lo hanno tratto in arresto, senegalese cinquantenne, senza fissa dimora,  in esecuzione di un ordine di carcerazione dovendo scontare una pena definitiva residua pari a 2 anni di reclusione. L’uomo, infatti, nell’agosto del 2005, veniva arrestato a Rimini poiché, dopo aver seguito sul pulman una donna moldava, la bloccava alla fermata per poi trascinarla con forza in un campo limitrofo.

L’azione veniva bloccata dall’intervento dei Carabinieri che, sopraggiunti, arrestavano l’uomo e prestavano il primo soccorso alla donna che presentava evidenti ferite causate dalle percosse. Sopraggiungeva dunque, nel mese scorso, la condanna definitiva ma lo stesso si rendeva irreperibile alle forze di polizia. Nella giornata di venerdì, dopo un’ attenta attività d’indagine, veniva rintracciato infine mentre cercava di ripararsi dal freddo all’interno di una delle colonie abbandonate della costa riccionese (zona marano). L’uomo è stato portato al carcere di Rimini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento