rotate-mobile
Cronaca

Pretende di vedere il fratello in carcere, l'arroganza lo porta in manette

Un romeno di 33 anni è stato arrestato sabato mattina dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile per resistenza e violenza a pubblico ufficiale

Un romeno di 33 anni è stato arrestato sabato mattina dai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. L’uomo si era presentato al Carcere di Rimini e, nonostante non fosse stato autorizzato, ha cominciato a chiedere insistentemente di avere un colloquio con il fratello detenuto. Alla risposta negativa degli agenti della Polizia Penitenziaria, nel rispetto del regolamento, lo straniero ha inscenato una protesta all’ingresso.

Quindi ha cominciato ad infastire ed interrompere l’attività del personale di guardia, addirittura ingiuriandoli. Sul posto sono intervenuti quindi Carabinieri del Nucleo Radiomobile. L’esagitato, all’atto del controllo, ha mantenuto un atteggiamento arrogante e minaccioso anche nei confronti dei militari, non esitando ad aggredirli con spinte e calci.

Gli uomini dell'Arma l'hanno bloccato senza riportare lesioni. Il rumeno dovrà rispondere anche della mancata osservanza del foglio di via obbligatorio dalla Provincia di Rimini, di cui era gravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pretende di vedere il fratello in carcere, l'arroganza lo porta in manette

RiminiToday è in caricamento