Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Prima ordinazione del vescovo Anselmi, un nuovo sacerdote per la Diocesi di Rimini

La Chiesa riminese, con l’ordinazione di don Paolo Bizzocchi, conta attualmente 136 presbiteri diocesani, 32 sono i sacerdoti religiosi e 57 i diaconi permanenti

Domenica 19 febbraio, in Basilica Cattedrale, alle ore 17,30, il Vescovo Nicolò Anselmi ordinerà un nuovo presbitero per la Chiesa di Rimini. Si tratta di Paolo Bizzocchi. È la prima ordinazione di monsignor Anselmi da quando è entrato in Diocesi. Paolo Bizzocchi è nato a Rimini il 20 febbraio 1987, quarto dei sei figli di Walter e Donatella. Durante le scuole superiori ha conosciuto il Movimento di Comunione e Liberazione. Ha frequentato l’Università Cattolica di Milano, dove ha conseguito la laurea triennale in Filosofia.

“Da ragazzo ero inquieto. Ma quella insoddisfazione che mi ha accompagnato anche durante le scuole superiori, allora la giudicavo un ostacolo mentre ho scoperto che era un fuoco”. Per Paolo Bizzocchi è stato decisivo l’incontro con don Luigi Giussani (fondatore del movimento ecclesiale di Comunione e Liberazione) ma “anche la frequentazione di presbiteri come don Claudio Parma e altri sacerdoti riminesi, e il servizio in ospedale con la ‘caritativa anziani’. Questa esperienza mi ha formato al servizio, al significato dell’aiutare, del portare Gesù e riconoscere Gesù nelle persone”.

Nel 2010 è entrato nella Fraternità sacerdotale dei Missionari di Ssn Carlo Borromeo, a Roma, dove ha compiuto gli studi di teologia. Dalla fine del 2012 al 2015 ha vissuto più di due anni in Russia, tra San Pietroburgo, Mosca e soprattutto Novosibirsk, in Siberia, presso una casa della stessa comunità. “Nel silenzio delle lunghissime strade diritte della Siberia, percorse a volte per centinaia e centinaia di km per prestare un servizio, tra file interminabili di innevati, tutto rimandava ad altro, ad un Altro. Da quell’esperienza ho imparato l’essenzialità, e a centellinare le forze e capire dove indirizzarle: non si può perdere tempo, occorre sempre verificare cosa è importante e decisivo nella vita”.

Nel 2017 ha ottenuto la licenza in Teologia dell’oriente cristiano, presso il Pontificio Istituto Orientale. Dopo aver lasciato la Fraternità dei sacerdoti di San Carlo, nel 2017 ha chiesto di essere ammesso come seminarista nella diocesi di Rimini. È stato inserito per un periodo di verifica nella comunità del Seminario a San Giuliano borgo, dove è rimasto fino al 2019. Dall’ottobre 2019 è stato trasferito nella comunità sacerdotale della zona Flaminia e contemporaneamente ha cominciato ad insegnare religione alle scuole medie presso la scuola della Karis Foundation.

L’8 febbraio 2020 è stato ammesso alla candidatura agli ordini sacri. Il 29 giugno ha ricevuto il ministero dell’accolitato, mentre il lettorato l’aveva già ricevuto durante la permanenza in Siberia. Il 21 febbraio 2021 è stato ordinato diacono in vista del sacerdozio. Attualmente continua la vita comunitaria nella fraternità sacerdotale della zona Flaminia, dove collabora alla pastorale giovanile delle parrocchie di S. Giovanni Battista, Cristo Re e Regina Pacis. Ha svolto il suo servizio anche presso la comunità cristiana cinese a San Nicolò. Bizzocchi studia cultura russa, coltiva l’orto, cucina, produce miele, suona il basso e ama lo sport, specie palestra, bicicletta e ama la natura e le camminate nei boschi. È delegato per Rimini nel dialogo interreligioso ed ecumenico e membro della Commissione ecumenica diocesana.

La Chiesa riminese, con l’ordinazione di don Paolo Bizzocchi, conta attualmente 136 presbiteri diocesani, 32 sono i sacerdoti religiosi e 57 i diaconi permanenti. I seminaristi riminesi sono attualmente 2.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima ordinazione del vescovo Anselmi, un nuovo sacerdote per la Diocesi di Rimini
RiminiToday è in caricamento