rotate-mobile
Cronaca

Prima prende a pugni un bidone dei rifiuti e poi distrugge la porta della caserma

Notte brava per un marocchino che, in preda ai fumi dell'alcol, ha innescato uno show prima nel centro storico di Rimini e poi nella caserma dei carabinieri

Notte brava per un marocchino 32enne che, in preda ai fumi dell'alcol, ha innescato uno show prima nel centro storico di Rimini e poi nella caserma dei carabinieri. Lo straniero, secondo quanto ricostruito, si trovava in via Garibalndi quando, senza alcun motivo apparente, ha iniziato a inveire e a scalciare un bidone dei rifiuti fino a farlo rotolare a terra spargendo sull'asfalto tutta la mondezza. Ad assistere alla scena alcuni passanti che, vista la situazione, hanno chiesto l'intervento di una pattuglia dei carabinieri. Al loro arrivo, i militari dell'Arma hanno fermato l'esagitato e ascoltato i testimoni ma, quando il 32enne ha capito che stavano venendo snocciolate le sue malefatte, ha cercato di aggredire una giovane che parlava coi carabinieri.

Bloccato e portato in caserma, una volta negli uffici il 32enne ha nuovamente dato in escandescenza tentando di aggredire le divise e, poi, sfondare una porta degli uffici. Nuovamente bloccato e rinchiuso in cella con le accuse di resistenza e danneggiamento, smaltita la sbornia nella mattinata di giovedì è stato processato per direttissima. Il giudice, dopo aver convalidato il fermo, lo ha condannato a 8 mesi e 20 giorni con la sospensione della pena condizionata al risarcimento dei danni provocati in caserma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prima prende a pugni un bidone dei rifiuti e poi distrugge la porta della caserma

RiminiToday è in caricamento