Prima vandalizzati e poi rubati, calvario per gli autovelox di Santarcangelo

Le colonnine Velo Ok di via Savina finite nuovamente nel mirino dei vandali, la ditta proprietaria pronta a fare denuncia

Sembra non esserci pace per gli autovelox di Santarcangelo con le colonnine Velo Ok, installate in via Savina, prima vandalizzate e poi direttamente rubate. Il furto è avvenuto a cavallo del 25 aprile e, per l'amministrazione comunale, si tratta di "Un fatto estremamente grave per due ordini di ragioni: innanzitutto perché si tratta di un reato punito dal codice penale, e poi per la mancanza di rispetto nei confronti dei residenti della zona. Da diversi anni molti cittadini hanno infatti portato all’attenzione dell’Amministrazione comunale il problema legato all’alta velocità di chi percorre via Savina, con grave pericolo per pedoni e ciclisti. A dicembre 2016, proprio per migliorare la sicurezza della strada in questione, l’Amministrazione comunale ha dato il via al progetto sperimentale “Noi Sicuri” con l’installazione di dispositivi mobili di rilevazione della velocità, altamente visibili e ben segnalati, nelle vie Savina e Provinciale Uso".

I Velo Ok restano al momento di proprietà della ditta Noi Sicuri, che a seguito del furto, è intenzionata a sporgere denuncia e a sostituire quanto prima i due dispositivi sottratti. Considerando che anche le ultime statistiche ISTAT confermano che l’eccesso di velocità è tra le principali cause di incidenti stradali, l’Amministrazione comunale è fermamente intenzionata a proseguire l’attività di miglioramento e tutela della sicurezza nelle due vie interessate, tanto che nei prossimi giorni proseguiranno le verifiche con l’azienda per la collocazione definitiva e la messa in funzione dei dispositivi Velo Ok.

Precedentemente, i Velo Ok erano finiti nel mirino dei vandali subito dopo Natale: installate il 22 dicembre, avevano fatto appena in tempo a mangiare il panettone prima di essere vandalizzate e distrutte dai soliti ignoti. Posizionate dal Comune in via Provinciale Uso e in via Savina, due punti particolarmente "caldi" per chi ama spingere sull'acceleratore, i box erano stati "accecati" con delle bombolette spray per poi venire divelti e gettati nel fosso che costeggia la strada.

LE NOTIZIE PIU' IMPORTANTI DI GIOVEDI' 27-04 DALLA ROMAGNA
MUORE DOPO AVER MANGIATO SUSHI: Leggi la notizia su CesenaToday
DOPO QUASI DUE SECOLI SI SPOSTA UN NEGOZIO DEL CENTRO: Leggi la notizia su ForlìToday

RAPINATO UN RAPPRESENTANTE DI GIOIELLI: Leggi la notizia su RiminiToday
NUOVO ESP A RAVENNA, APRE ANCHE H&M: Leggi la notizia su RavennaToday
BEVE LIQUIDO CORROSIVO, MUORE DOPO ATROCI SOFFERENZE - Leggi la notizia su RiminiToday
MIGLIAIA DI CHILOMETRI SOTTO IL RIMORCHIO DI UN CAMION: Leggi la notizia su ForliToday
SFREGIATA CON L'ACIDO, GESSICA AFFRONTA EDDY TAVARES: Leggi la notizia su RiminiToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento