Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Primo giorno dopo il lock down, per Confartigianato apertura delle attività al 90%

Vagnini, presidente provinciale: "È il segnale concreto della grande voglia di ripartire e tornare alla normalità di settori duramente colpiti da questa crisi"

Il 95% delle imprese commerciali in Emilia-Romagna ha riaperto la propria attività nel primo giorno dopo il lockdown. È quanto emerge da un’indagine condotta da Confesercenti Emilia-Romagna fra le proprie strutture territoriali per verificare la situazione delle imprese commerciali dopo il lungo stop imposto dalle normative per impedire la diffusione del COVID-19. Gli imprenditori del commercio hanno riaperto con entusiasmo e nel rispetto di tutte le prescrizioni previste dagli appositi protocolli regionali. La percentuale di aperture è risultata più bassa fra i bar (circa il 70% delle imprese ha riaperto) e le imprese della ristorazione (poco più del 30%) ancora alle prese con alcuni necessari chiarimenti, mentre praticamente tutti i mercati settimanali del lunedì si sono svolti regolarmente”.

"È il segnale concreto della grande voglia di ripartire e tornare alla normalità di settori duramente colpiti da questa crisi - commenta Fabrizio Vagnini, presidente provinciale Confesercenti Rimini. - L’approccio che hanno avuto imprenditori e clienti alle riaperture, è stato contraddistinto da un grande senso di responsabilità e molti scrupoli per cercare di seguire tutte le indicazioni necessarie per contrastare il coronavirus. Tutto si è svolto con molto ordine e senza particolari complicazioni. Alcune imprese hanno riaperto già con sconti e promozioni attorno al 20%, proponendo alla clientela la possibilità di ottimi affari”.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo giorno dopo il lock down, per Confartigianato apertura delle attività al 90%

RiminiToday è in caricamento