Cronaca Santarcangelo di Romagna

Primo intervento a Santarcengelo, l'Ausl: "Il ritardo dell'apertura dovuto alal carenza di personale"

"La riapertura del punto rientra tra gli obiettivi della Direzione, nella piena consapevolezza che sia un elemento fondamentale per dare risposta di prossimità ai bisogni dei cittadini"

In merito all’attività del punto di Primo Intervento di Santarcangelo e alle proteste della Maggioranza in Consiglio, pubblicate sui media, la direzione di Ausl Romagna precisa la riapertura del punto rientra tra gli obiettivi della Direzione, nella piena consapevolezza che sia un elemento fondamentale per dare risposta di prossimità ai bisogni di salute dei cittadini. "

La Maggiornaza in Consiglio: "Va subito riaperto 24 ore su 24"

Ausl Romagna chiarisce che il ritardo della riapertura, è determinato soltanto dalla nota e grave carenza di personale medico, diffuso -e non solo di area- ed aggravato dall’attuale priorità di sanità pubblica rappresentata dal programma vaccinale. "Non vi sono altri motivi ostativi alla riapertura. Sono state messe in atto e continuano ad esserlo tutte le modalità per il reclutamento tempestivo di professionisti. Spiace dover smentire esplicitamente un concetto così smaccatamente infondato, ma preme attestare che l’ospedale di Santarcangelo non sarà mai “un abbandonato cronicario”. Ne è dimostrazione la continua attenzione e coinvolgimento delle Unità Operative nei progetti aziendali, quale la valorizzazione della chirurgia nel progetto dei percorsi chirurgici, come anche l’imminente inaugurazione del rinnovato reparto di chirurgia, del nuovo Osco, dei lavori in corso per il punto prelievi e per i servizi che continuano a potenziare la preziosa collaborazione tra ospedale e territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo intervento a Santarcengelo, l'Ausl: "Il ritardo dell'apertura dovuto alal carenza di personale"

RiminiToday è in caricamento