Primo Maggio, il sindaco Parma: "Il mio augurio è una ripresa responsabile con l'obiettivo di evitare ricadute"

"Nella situazione attuale è ancora più importante soffermarsi a considerare la centralità del lavoro nella vita di tutti noi"

"Il Primo Maggio è la Festa dei Lavoratori, una ricorrenza che si carica di nuovi e ulteriori significati nelle circostanze eccezionali che stiamo vivendo a causa dell’emergenza sanitaria causata dal Covid-19". Queste le parole del sindaco Alice Parma che interviene sulla ricorrenza con una riflessione sulla giornata di venerdì e sulle prosepttive future. "La situazione in cui ci troviamo, infatti, ci ricorda in modo davvero eclatante quanto l’articolo 1 della nostra Costituzione rappresenti tuttora un punto di riferimento fondamentale, che nella sua attualità “ci parla” nonostante sia stato scritto più di 70 anni fa. 'L'Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro', recita il primo comma. Una verità ancora più evidente oggi, in un frangente in cui tante persone si trovano a non poter lavorare, chi temporaneamente chi perché colpito dai drammatici effetti economici di questa crisi sanitaria. Senza lavoro siamo privati dell’indipendenza economica, della stabilità sociale, finanche della possibilità e della dignità di vivere la vita che desideriamo. Oggi più che mai, quindi, è importante soffermarsi a considerare la centralità che ha il lavoro nella vita di tutti noi. Una centralità che richiede adeguate tutele, innanzitutto per quanto riguarda le condizioni in cui ciascuno svolge la propria mansione. Le morti sul lavoro – che restano drammaticamente numerose nel nostro Paese – sono lì a dimostrare quanto sia ancora lunga la strada da fare sotto questo punto di vista".

Prosegue Parma: "È un dato di fatto che la relazione tra lavoro e diritti si allenti nei periodi di crisi, quando è più stringente la necessità di trovare un impiego. Ma il lavoro non è solo un dato economico, è un valore sociale che in quanto tale va preservato, garantendo a tutti la possibilità di un trattamento equo e dignitoso. Questo ci porta a un altro tema che soprattutto nelle prossime settimane rappresenterà una grande sfida per tutti noi: la conciliazione dei tempi di vita e lavoro. Una questione già urgente da anni, che ora diventa non più rinviabile con la graduale ripartenza dei settori produttivi mentre le scuole restano chiuse. In un giorno tradizionalmente di festa, tutti noi vorremmo poter celebrare questa ricorrenza come merita, cioè ritrovandoci e stando insieme. Ma anche in questo fine settimana è necessario proseguire con le precauzioni adottate finora, per poterci poi avviare verso un progressivo allentamento. Da lunedì 4 maggio infatti comincerà una graduale riapertura, che tuttavia dovrà vederci ugualmente attenti a contrastare il più possibile la diffusione del contagio. Il mio augurio per il Primo Maggio, quindi, è per una ripresa pronta e responsabile, con l’obiettivo di ricominciare evitando pericolose ricadute".

I servizi

In occasione della festività del primo maggio, sabato 2 gli uffici comunali resteranno chiusi ad eccezione del servizio di reperibilità dello Stato Civile e della Polizia Locale. In caso di necessità è dunque possibile contattare la Polizia Locale al numero 0541/624.361, anche per l’attivazione del servizio di reperibilità dell’ufficio di Stato civile (dalle 8 alle 12) La possibilità di contattare gli uffici comunali riprenderà regolarmente a partire da lunedì 4 maggio.

Intanto restano attivi i numeri telefonici dedicati all’emergenza Coronavirus tramite i quali è possibile chiedere
informazioni di carattere sociale e chiedere la consegna a domicilio di spese alimentari e pasti. Dal 4 maggio,
però, il servizio sarà attivo tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 8,30 alle 13, non essendo quindi più
operativo nel pomeriggio. Gli interventi a domicilio possono essere richiesti da residenti ultra 65 anni, disabili
o persone affette da gravi problematiche sanitarie, prive di rete famigliare e impossibilitate a recarsi presso i
punti vendita di generi alimentari, o con gravi difficoltà a preparare i pasti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento