Problemi in famiglia, divorzi e sfratti: il bilancio dello Sportello Donna

Venerdì è stata presentata la Relazione annuale dello Sportello Donna, il servizio di consulenza legale gratuita attivo presso il Comune di Riccione

Venerdì è stata presentata la Relazione annuale dello Sportello Donna, il servizio di consulenza legale gratuita attivo presso il Comune di Riccione. Sono stati 76 i colloqui svolti dal consulente legale dello Sportello Donna, l’avvocato Carla Lunedi nel periodo di riferimento (12 aprile 2012-12 aprile 2013). Tre dei colloqui sostenuti hanno evidenziato casi di violenza domestica.

Nella maggior parte dei casi si è trattato di consulenze e consigli in tema di famiglia, diritti e doveri in caso di separazioni e divorzi, necessità abitative e casi di sfratti per morosità, in aumento a causa della crisi economica in atto rispetto agli anni precedenti. Le utenti del servizio (ma si sono rivolti allo sportello anche tre uomini) ne vengono normalmente a conoscenza attraverso la cartolina illustrativa dello sportello, l’accesso a internet; la lettura dei giornali locali riportanti notizie e informazioni sia sull’attività dello sportello, sia della Commissione per le pari opportunità; il passaparola tra vecchie e le nuove utenti; le stesse componenti della Commissione che spesso segnalano il servizio ad altre donne; i dipendenti comunali, particolarmente quello dei servizi sociali; le forze dell’ordine e i Carabinieri.

Il diritto di famiglia si conferma una delle tematiche più ricorrenti: cosa fare e come procedere quando il matrimonio è in crisi; quale procedura intraprendere; le differenze tra separazione consensuale e giudiziale, tra un divorzio congiunto e uno contenzioso. Altri temi trattati (il 10 per cento circa sul totale): il problema degli sfratti, del lavoro, la contrattualistica, l’istituto dell’amministratore di sostegno eccetera.

La provenienza delle utenti: nello stragrande numero dei casi, le utenti che si sono rivolte allo Sportello sonoresidenti a Riccione, anche se sempre significativa è la affluenza da parte delle località limitrofe: Misano Adriatico, ma anche Pesaro, Gradara, Montefiore, San Clemente, Cattolica, Miramare e Rimini. Diverse anche le donne residenti ma di origine non italiana, che hanno esposto anch’esse temi di tipo familiare, con l’aggravante di una maggiore fragilità economica o lavorativa e senza il supporto e l’aiuto della propria famiglia di origine. Le nazioni di provenienza delle utenti di orine straniera: Ucraina (6); Finlandia (2); Ungheria (1); Moldavia (1); Bulgaria (1); Uruguay (1); Venezuela (1); Russia (1); Lituania (1); Svezia (1); Svizzera (1).

La percentuale delle donne non italiane è stata pari al 22,3%, in aumento rispetto all’anno precedente (18%). “Il servizio diSportello Donna – conclude così la sua relazione l’avv. Carla Lunedei - conferma una sempre una buona affluenza numerica a cui si accompagna un altrettanto buon gradimento per l’attività di ascolto e di consulenza ricevuta. Prova di questo è l’afflusso in sé, ma anche il ritornare di alcune delle utenti, che a volta indirizzano allo sportello anche amiche e familiari con problemi analoghi. In tempi problematici come quelli che stiamo vivendo, il fatto di poter accedere in maniera completamente gratuita a un servizio di consulenza legale qualificato viene vissuto come molto importante”.

“Attraverso  lo Sportello Donna – ha aggiunto Ilenia Morganti, Presidente del Consiglio comunale – viene offerto un servizio multidisciplinare, è un luogo di snodo verso altri servizi sul territorio. La donna può essere messa in contatto con una rete di assistenza, costituita dai servizi dell’Ausl, con il Progetto Dafne contro la violenza domestica, il Centro per la famiglia, i centri di accoglienza per stranieri, le associazioni civili e del volontariato e, in ultima analisi e nei casi più difficili, anche con l’Arma dei carabinieri e le forze dell’ordine.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento