Procedure urbanistiche semplificate per chi fa proposte nell’interesse della collettività

Il sindaco Daniele Morelli: "Noi vogliamo favorire la ripresa economica e l’occupazione legata all’edilizia"

Dal primo gennaio 2018 è entrata in vigore la nuova legge urbanistica regionale: spariscono PSC (piano strutturale comunale), RUE ( il regolamento urbanistico edilizio) e i  POC (piani operativi comunali). Tutto viene sostituito dal PUG (piano urbanistico generale). Il comune di San Giovanni in Marignano, già dotato di PSC, dovrà portare a compimento il percorso di approvazione del RUE e poi affrontare la riorganizzazione degli strumenti trasformandoli in PUG. Nell’attesa del nuovo strumento urbanistico possono essere attuate alcune o tutte le previsioni di nuova costruzione previsti nel PSC. Così come prevede la norma entro il 30 giugno il Comune ha approvato in giunta la volontà di pubblicazione dell’avviso che è stato affisso il 29 giugno all’albo pretorio. Alcuni dei criteri con cui si valuteranno le proposte saranno i seguenti: riqualificazione e rigenerazione urbana favorendo l’arresto del processo di nuova urbanizzazione; azioni di contrasto alla crisi economica rivolte prioritariamente al sistema produttivo; rafforzamento qualitativo della città pubblica e consolidamento del sistema dei servizi e delle dotazioni territoriali. I cittadini e le imprese proprietari delle aree individuate nei POC potranno presentare entro 90 giorni dalla pubblicazione dell’avviso le loro proposte di attuazione da cui sia chiaro come intendono organizzare le aree : quali siano le opere d’interesse collettivo, il verde, i parcheggi , la viabilità e ogni altro elemento utile per poter definire l’interesse pubblico dell’attuazione della previsione.

"Noi vogliamo favorire la ripresa economica e l’occupazione legata all’edilizia. – spiega il Sindaco Daniele Morelli – E’ ritornata la richiesta di nuovi e diversi edifici ma quest’ultima deve essere accompagnata da una riorganizzazione ordinata degli spazi collettivi e perseguire l’interesse pubblico, tutto nei limiti delle previsioni urbanistiche del PSC approvato nel 2015". Con apposita delibera del Consiglio Comunale entro fine anno saranno decisi quali e quanti interventi far partire con le procedure semplificate così come previsto dalla legge. <La procedura potrebbe concludersi senza l’avvio di nessuna delle proposte qualora non siano soddisfatti i requisiti previsti nel bando> chiosa l’assessore all’urbanistica Gianluca Vagnini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

Torna su
RiminiToday è in caricamento