Processo al duplice stupratore, la pena chiesta dal pubblico ministero

Quasi tre ore di arringa nell'udienza che vede imputato il congolese Guerlin Butungu di aver violentato la turista polacca e il transessuale peruviano

È in corso dalle 9.30 di venerdì mattina il processo, con rito abbreviato, che vede imputato il congolese Guerlin Butungu di aver violentato una turista polacca e un transessuale peruviano oltre a una serie di rapine, e un'altra violenza sessuale, nei confronti di una turista lombarda. Il pubblico ministero, al termine della sua arringa, ha chiesto al collegio dei giudici due opzioni di condanna per il richiedente asilo: la prima, di 12 anni e 4 mesi, nel caso i magistrati dovessero riconoscere la continuazione tra i reati del 12 agosto, la violenza alla ragazza di origini eritree, e lo stupro di gruppo del 26 di agosto. Qual'ora questo non venisse riconosciuto, la richiesta del pm è stata di 14 anni e 6 mesi. In entrambi i casi, al termine della pena, è stata chiesta anche la sanzione accessoria dell'espulsione dall'Italia. "Una pena congrua" ha commentato, durante una pausa dell'udienza, l'avvocato Maurizio Ghiselli che rappresenta i due turisti polacchi e il Comune di Rimini. La sentenza è attesa per il primo pomeriggio di venerdì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento