Processo-show per Loris Stecca: aula gremita e giornalisti in prima fila

Si sono aperte mercoledì mattina le udienze dove l'ex pugile è accusato di tentato omicidio nei confronti della sua socia. Prossimo appuntamento il 16 ottobre quando dovranno deporre i testimoni

E' apparso in ottima forma, abbronzato e sorridente con una camicia a fiori e un paio di jeans, Loris Stecca in carcere dallo scorso 27 dicembre con l'accusa di tentato omicidio nei confronti della sua socia con la quale gestiva una palestra a Viserba. Quella di mercoledì è stata la prima udienza del processo all'ex campione di pugilato e, fin dalle prime battute, l'aula del tribunale si è riempita di amici, familiari e giornalisti. Assente invece la vittima, Roberta Cester, che ha ricevuto da Stecca una coltellata all'addome. L'udienza è durata poco più di un'ora, per poi essere aggiornata al prossimo 16 ottobre. I giudici del collegio hanno ammesso a testimoniare 30 persone, 25 per la difesa e 5 per l'accusa, con i periti che dovranno stabilire se il fendente dell'ex pugile avrebbe potuto o meno uccidere la Cester. Il collegio, inoltre, ha ammesso i tabulati telefonici con le telefonate e i messaggi incorsi tra Stecca e la donna per cercare di capire se tra i due vi era una relazione mentre, per il momento, hanno rigettato la richiesta di una perizia sullo stato dei luoghi (la palestra dove si è consumato il tentato omicidio), e la perizia informatica sui pc dei due. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento