Professionisti del furto inchiodati dall'i-pad satellitare

Seguendo la traccia elettronica i Carabinieri sono giunti nei pressi di un ristorante mentre nel frattempo il proprietario dell'I-Pad ha fatto squillare di continuo il suo palmare per individuarlo

Arrestati dai Carabinieri altri due professionisti dei furti su auto. Erano circa le 21.30 di giovedì quando è arrivata al 112 la segnalazione di un’automobilista che ha riferito di aver subìto un furto sulla propria autovettura mentre era parcheggiata all’interno del parcheggio del centro commerciale Le Befane. L’uomo li ha informati che sul suo I-PAD era attivo il sistema di localizzazione satellitare e che quindi era possibile provare a rintracciare l’oggetto appena rubato.

Seguendo la traccia elettronica i Carabinieri sono giunti nei pressi di un ristorante mentre nel frattempo il proprietario dell’I-Pad ha fatto squillare di continuo il suo palmare per individuarlo: un suono è arrivato da una Fiat Croma parcheggiata proprio fuori dal ristorante. I militari a questo punto sono entrati all’interno del locale ed identificavano due soggetti di origine napoletana utilizzatori del mezzo.

Visto l’atteggiamento nervoso dei due, i militari hanno deciso di effettuare una perquisizione del veicolo scoprendo due vani nascosti ricavati nella seduta dei sedili anteriori all’interno dei quali erano nascosti ben 7 pc portatili, 2 I-Pad, un navigatore satellitare con schermo da 7’, un navigatore portatile ed una macchina fotografica digitale.

Tra gli oggetti del tesoretto, del valore di oltre 20mila euro, anche l’I-Pad ed un pc portatile del denunciante al quale venivano immediatamente restituiti. Per i due professionisti dello scasso, ricchi di precedenti specifici e non, sono scattate immediatamente le manette. Sono attualmente in corso, con ricerca in campo nazionale, i proprietari della restante refurtiva: già tre sono stati rintracciati. Chiunque abbia subito un furto nei giorni scorsi potrà visionare gli oggetti presso gli uffici del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Rimini in via Carlo Alberto dalla Chiesa 15.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento