“Get your way!”, lavoro per giovani disabili: disponibili 14 posti con un progetto europeo

Il progetto europeo promosso dal volontariato favorisce la mobilità di persone svantaggiate. Ben 15 i posti riservati ai residenti nel territorio provinciale. Scadenza 14 marzo

“Get your way!”. Trovare la propria strada è una possibile meta per ognuno, anche se non è sempre così facile. Ancor di più quando si è in una situazione di difficoltà ed esclusione sociale. Ecco quindi che il progetto europeo “Get your way” può essere una parte della risposta nella propria ricerca personale, grazie all’apertura di un bando dedicato a ragazzi, tra i 18 e 30 anni, in una situazione di criticità cognitiva, disagio mentale o in una condizione di marginalità.

L'iniziativa intende favorire l'inserimento lavorativo e il mantenimento dell'occupazione di persone con bisogni speciali, con tirocini formativi di due settimane all'estero. Ben 125 sono i posti disponibili, di cui 15 per i residenti nel territorio riminese. Si parte in gruppi di 5 persone con 2 accompagnatori. I primi flussi a maggio 2014. Una formula atta a sperimentare la propria autonomia all’interno di un percorso strutturato di formazione, studio e lavoro che risponda in maniera concreta alle particolarità dei singoli gruppi.

Tramite le associazioni di volontariato locali che operano su queste tematiche, saranno individuati i ragazzi, che possono fare un'esperienza lavorativa in azienda o un percorso di studio in uno dei paesi sede dei partner dell’azione: Inghilterra, Spagna, Lituania, Turchia e Grecia. Il progetto, realizzato all'interno del programma Lifelong Learning Programme con il sostegno della Commissione europea, è promosso da Volontarimini, ente capofila, insieme con la rete dei Centri di Servizio per il Volontariato (Csv) di Emilia-Romagna, Marche e Calabria. Sono coinvolti in particolare i Csv di Forlì-Cesena, Bologna, Modena, Parma, Reggio Emilia, Piacenza, Cosenza e il Csv regionale delle Marche.

Cinque le possibili destinazioni Blackburn, Londra, Granada, Panevezys, Ankara e Creta. In queste sedi i ragazzi potranno svolgere, accanto a esperienze professionalizzanti (corsi di lingua e stage), attività di socializzazione diversificate secondo la città di accoglienza (visite culturali, musica, teatro ecc.). Per partecipare basta risiedere in una delle provincie coinvolte e avere una situazione di bisogno conosciuta dai Servizi territoriali. Il modulo di candidatura (scaricabile da www.volontarimini.it menu “bandi”) deve essere inviato al Csv di riferimento, entro il 14 marzo 2014, insieme al proprio curriculum vitae in formato europeo.

Le graduatorie non saranno pubblicate ma comunicate direttamente ai singoli interessati. La borsa di tirocinio prevede la copertura dei costi dei corsi di formazione prima del viaggio, del biglietto di andata e ritorno, del soggiorno (vitto e alloggio), delle attività ricreative e professionalizzanti che si svolgeranno nel Paese di accoglienza e dell’assicurazione. “Get your way!” è un’occasione concreta di mobilità per quelle persone spesso escluse dai circuiti tradizionali legati alla libera circolazione in Europa, per il tipo di intervento strutturato che richiedono. Un viaggio, quindi, alla ricerca di una propria autonomia per una spinta verso un progetto di vita futuro. E al contempo un’opportunità di uscire dai confini nazionali e scoprire l’Europa che cerca l’integrazione e la multiculturalità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento