Pronto a inondare di droga la Riviera, catturato pusher albanese

Blitz della squadra Mobile della polizia di Stato, nella stanza dello straniero trovato un supermercato di sostanze stupefacenti

Un vero e proprio supermercato della droga con 15 grammi di cocaina, 50 grammi di eroina purissima, 10 grammi di marijuana e mezzo chilo di sostanza da taglio oltre a tutto il materiale per confezionare le dosi. Il pusher, un albanese 32enne già noto alle forze dell'ordine per reati analoghi, era arrivato in Riviera nei giorni scorsi e, con tutta probabilità, aveva intenzione di approfittare delle festività per vendere gli stupefacenti. Lo straniero aveva affittato una camera in un albergo di Riccione iniziando subito l'attività di spaccio ma, nella giornata di martedì, i suoi movimenti erano stati notati dal personale della squadra Mobile della Questura di Rimini, sezione Antidroga, in servizio di controllo del territorio proprio per individuare i malviventi arrivati in Riviera per approfittare dei turisti arrivati per festeggiare il capodanno. Gli agenti in borghese hanno iniziato a tenere d'occhio l'albanese il quale, aggirandosi tra le strade della Perla Verde, dava tutta l'impressione di spacciare. Bloccato per un controllo, il 32enne è stato perquisito e, in un pacchetto di sigarette tenuto in un borsello, gli agenti hanno trovato alcune dosi di cocaina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In un primo momento, l'albanese ha raccontato al personale della Mobile di trovarsi di passaggio a Riccione ma, grazie alle indagini precedenti, gli agenti erano già a conoscenza dell'albergo in cui alloggiava. La perquisizione della stanza ha permesso di trovare tutta la droga che ha fatto scattare le manette ai polsi del 32enne. Nella mattinata di mercoledì, lo straniero è comparso davanti al giudice del Tribunale di Rimini il quale, dopo aver convalidato l'arresto, ha disposto i domiciliari per l'albanese nonostante il pubblico ministero avesse chiesto il carcere per l'albanese. Il processo è stato poi aggiornato in quanto il difensore del pusher ha chiesto una perizia sulla droga sequestrata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento