menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le prostitute si spostano da Rimini a Riccione

I Carabinieri di Riccione hanno intensificato i controlli lungo la Statale Adriatica, nel tratto compreso tra la Perla Verde e Rimini, nonché nei pressi del Bingo di Riccione, denunciando due giovani romene

L’ordinanza antiprostituzione firmata dal sindaco di Rimini Andrea Gnassi ha di fatto spinto le “lucciole” a vendersi nelle strade di Riccione. I Carabinieri della locale Compagnia hanno intensificato i controlli lungo la Statale Adriatica, nel tratto compreso tra la Perla Verde e Rimini, nonché nei pressi del Bingo di Riccione, denunciando due giovani romene, rispettivamente di 24 e 26 anni, poiché inottemperanti a provvedimenti firmati dalla Questura e Prefetto di Rimini.

La prima, in Italia senza fissa dimora, non ha rispettato il provvedimento di foglio di via obbligatorio, mentre la seconda è risultata inosservante al provvedimento di allentamento dal territorio nazionale. Inoltre sono stati identificate altre due lucciole romene, regolari in Italia. Sono anche stati effettuati controlli per la sicurezza sulle strade, con una sanzione amministrativa per guida in stato d’ebbrezza, con ritiro della patente, due multe per uso di telefonino alla guida, due contravvenzioni per il mancato uso delle cinture di sicurezza ed una per omessa revisione.

Sul tema della prostituzione, il sindaco di Riccione, Massimo Pironi, è stato chiaro: "Se peggiorasse la situazione, siamo pronti ad applicare l’ordinanza di Rimini, suggerita dal questore Oreste Capocasa a tutti i Comuni. Non possiamo permetterci questa migrazione, è un danno di immagine".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica bollette luce e gas: quando e come ottenerla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento