Blitz dei carabinieri sulle strade del sesso a pagamento, fermate 30 lucciole

Maxi operazione dell'Arma nella notte tra venerdì e sabato per contrastare la prostituzione in strada, lo spaccio di stupefacenti e la guida in stato di ebbrezza

È scattato nella tarda serata di venerdì un maxi blitz dei carabinieri di Rimini che, per contrastare il fenomeno della prostituzione, hanno passato al setaccio le strade del sesso a pagamento fermando oltre 30 lucciole di cui, tre, arrestate perché prive di documenti, e quattro denunciate per inottemperanza al foglio di via.

I controlli sono partiti verso le 22.30 sulla Statale Adriatica, tra Rimini e Riccione, dove nonostante l’ora l’attività delle lucciole era già a pieno ritmo. Le pattuglie dei carabinieri hanno fermato le “belle di notte” che stavano contrattando le prestazioni coi clienti con questi ultimi che, nonostante il traffico sostenuto, inchiodavano sulla Ss16 appena vedevano una lucciola rischiando di provocare degli incidenti. Il maggior numero di ragazze, quasi tutte provenienti dall’est Europa, è stato individuato nel tratto di Statale tra la rotatoria di Fiabilandia e l’aeroporto mentre, in via cavalieri di Vittorio Veneto, sono state fermate due lucciole che si prostituivano praticamente nude. In luoghi particolarmente caldi per la prostituzione, come le piazzole dei distributori di benzina sulla Ss16, è stato fermato un transessuale mentre contrattava con un cliente.

L’operazione è poi proseguita sui viali delle regine e a Marina Centro, in particolare nelle strade a ridosso di viale principe Amedeo, dono sono state trovate delle lucciole di nazionalità cinese. Tutte le prostitute fermate sono state caricate su un pulmino dell’Arma e, poi, portate in caserma per gli accertamenti di rito.

Il bilancio finale dei controlli ha visto anche l’arresto in flagranza di uno spacciatore, a Borgo Marina, che vistosi scoperto non ha esitato a prendere a testate un carabinieri ferendolo al volto. Quattro ragazzini, tutti neo patentati, sono stati denunciati per guida in stato di ebbrezza mentre, altri due, sono stati segnalati alla Prefettura come assuntori di droga. In tutto sono state controllate oltre 220 persone e 134 tra auto e moto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento